Nuovi scontri a Hong Kong dopo gli arresti per le proteste

Nuovi scontri a Hong Kong dopo gli arresti per le proteste
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Diverse altre dimostrazioni sono in programma in segno di protesta contro il governo di Hong Kong. Intanto la Cina avverte la regione: "va restaurato l'ordine sociale", e accusa i politici occidentali di alimentare le proteste

PUBBLICITÀ

Nuovi scontri tra manifestanti e forze dell'ordine a Hong Kong dopo che Il governo ha accusato oltre 40 persone di rivolta e di aver causato gli scontri con la polizia. I manifestanti erano stati arrestati domenica 28 luglio dopo un fine settimana intenso di proteste che ormai si protraggono da più di un mese. Martedì, dopo la notizia delle accuse, diverse centinaia di manifestanti hanno poi circondato una stazione di polizia di Hong Kong.

REUTERS/Tyrone Siu

E' la prima volta che viene applicato il reato di rivolta a causa di manifestazioni, reato che prevede 10 anni di carcere per Hong Kong.

Diverse altre dimostrazioni sono in programma in segno di protesta contro il governo, intanto la Cina avverte la regione: "va restaurato l'ordine sociale" e accusa i politici occidentali di alimentare le proteste.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Hong Kong nel caos: ancora scontri tra manifestanti e polizia

Proteste degli agricoltori a Bruxelles, trattori e roghi nel Quartiere europeo

Polonia, si ampliano le proteste degli agricoltori: occupata l'autostrada che porta in Germania