ULTIM'ORA

Ancora tensioni nel Pacifico dopo il nuovo test missilistico di Pyongyang

Ancora tensioni nel Pacifico dopo il nuovo test missilistico di Pyongyang
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Torna a salire la tensione nel Pacifico dopo che da Pyongyang, alle 5.34 e alle 5.57 ora locale, sono stati lanciati due missili a corto raggio, finendo nel mar del Giappone e viaggiando (almeno uno dei due) per 430 chilometri. I due vettori avrebbero raggiunto i 50 km di altitudine. La reazione giapponese non si è fatta attendere, seppur cauta, e dal governo nipponico arrivano affermazioni preoccuppate.

Il Segretario di Stato, Yoshihide Suga, ha riferito che il governo non ha prove che il lancio rappresenti un rischio per la sicurezza nazionale e che sicuramente i vettori non hanno raggiunto il territorio giapponese o la zona economica esclusiva (ZEE).

La Corea del Sud, dal canto suo, tiene alta la tensione e parla di minaccia militare mentre, insieme alle forze armate americane, starebbe analizzando la traiettoria di voli e i dati per determinare il tipo di vettori: almeno uno dei due sarebbe un nuovo tipo di missile.

Gli analisti della Corea del Sud, in particolare un docente universitario esperto in studi nord coreani da noi sentito, ha parlato di risposta diretta "agli esercizi militari che Corea del sud e Stati Uniti stanno compiendo". Mentre, allo stesso tempo, "il regime nord coreano avrebbe voluto mandare un messaggio interno al Paese per dire che Pyongyang non si farà trovare impreparato nel gestire i problemi di sicurezza al fine di consolidare il regime".

Leggi anche ➡️ USA-Corea del Nord: un fragile equilibrio

Il nuovo test della Corea del Nord arriva all'indomani dell'incontro a Seul tra il Consigliere per la Sicurezza Nazionale Usa, John Bolton, e funzionari sud-coreani. Atto che potrebbe complicare gli sforzi per la ripresa del dialogo tra Stati Uniti e Corea del Nord.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.