ULTIM'ORA

Aborto e matrimoni gay: Londra vota per l'Irlanda del Nord

Aborto e matrimoni gay: Londra vota per l'Irlanda del Nord
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

I parlamentari del Regno Unito hanno votato due emendamenti per estendere all'Irlanda del Nord le leggi sull'aborto e per il matrimonio tra persone dello stesso sesso in vigore nel resto della Gran Bretagna. Questi emendamenti diventeranno esecutivi se l'Irlanda del Nord non riuscirà a ristabilire assemblea ed esecutivo entro il 21 ottobre. La regione dal 2017 si trova in una fase di stallo, perché i due principali partiti, l'Unionista Democratico e Sinn Féin, non riescono a trovare un accordo.

Per gli attivisti dei diritti umani si tratta di un successo, per altri è solo un tentativo di imporre il controllo da Londra.

Belfast ha già visto sulle sue strade migliaia di persone che protestavano per il riconoscimento dei matrimoni gay. Ci sono state anche manifestazioni per la liberalizzazione dell'aborto, soprattutto dopo il referendum della Repubblica di Irlanda che ha legalizzato l'aborto nel Paese a maggioranza cattolica.

I matrimoni omosessuali sono validi in Gran Bretagna dal 2014, ma non nell'Irlanda del Nord a causa del veto del partito unionista democratico. Mentre l'aborto è consentito solo se la vita o la salute della donna è a rischio. Ma le irlandesi del nord possono comunque andare nel resto della Gran Bretagna per praticare l'aborto a spese del sistema sanitario britannico.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.