Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'occhio di Mosca su Kabul

L'occhio di Mosca su Kabul
Dimensioni di testo Aa Aa

Passa per Mosca il nuovo round di colloqui per discutere sull’accordo di pace in Afghanistan. Attorno allo stesso tavolo si sono seduti una delegazione di talebani e una di afghani. Al centro il presidente Hamid Karzai e sul tavolo la richiesta di un stop dei combattimenti e delle violenze. Nei mesi scorsi la Russia aveva chiesto il ritiro completo delle forze straniere dall'Afghanistan, sottolineato, che il conflitto non può avere una soluzione militare ma solo diplomatica.

Un passo in avanti ma c’è ancora molto lavoro da fare, ha commentato Mohamed Nour, il rappresentante del governo Afgano. “Il nostro messaggio principale era per un cessate il fuoco immediato, un segnale che potrebbe rappresentare l'inizio della pace." Parole che lasciano in qualche modo sperare come ha dichiarato anche un portavoce dei talebani. “Si è discusso di tutte le questioni importanti, ci sono stati alcuni progressi, alcuni davvero sorprendenti, su altri punti si continuerà a trattare.”

Per arrivare a questo resta comunque necessario il pieno coinvolgimento di tutte le forze civili e politiche.