Gli strani attivisti pro Maduro negli Usa

Gli strani attivisti pro Maduro negli Usa
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sgomberata l'ambasciata venezuelana negli Usa

PUBBLICITÀ

Sgomberata dopo diversi giorni l'ambasciata venezuelana a Washington che era stata occupata da attivisti pro Maduro. Le autorità avevano tagliato acqua e luce prima di intervenire. L'operazione di occupazione è stata portata avanti da Medea Benjamin che ama definirsi femminista e attivista per la pace negli Usa. La sua organizzazione, Codepink, fa capo alla Benjamin Fund. Ricca Ong che, secondo la stampa Usa, ha ricevuto molti milioni direttamente da Caracas e fa lobbying per diverse cause fra cui una riapertura di discussioni con l'Iran.

La decisione americana dopo le reitereate richieste di Carlos Vecchio, rappresentante del leader dell'opposizione Juan Guaidò che gli Stati Uniti riconoscono quale legittimo presidente del Venezuela. Quindi i suoi rappresentanti sono considerati diplomatici a tutti gli effetti. Status che è decaduto per i vecchi diplomatici chavisti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezuela, Maduro: "Voto anticipato per l'Assemblea Nazionale"

Stati Uniti: il Congresso approva la legge di spesa, evitato lo shutdown

Usa, soldato si dà fuoco davanti all'ambasciata di Israele: muore in protesta per Gaza