Elezioni europee, loro sono le streghe che combattono la corruzione in Romania

Elezioni europee, loro sono le streghe che combattono la corruzione in Romania
Diritti d'autore
EURONEWS
Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre i cittadini rumeni si preparano a votare per le elezioni europee, un gruppo di donne autodefinitesi "streghe" lavora dietro le quinte affinché possano vincere i candidati "giusti".

Euronews ha parlato con una di loro, Mihaela Minca, che ci ha detto di preparare un rituale di massa in vista del 25 maggio per "illuminare" le menti dei politici che corrono per un seggio a Bruxelles/Strasburgo e permettere loro di fare il bene della Romania.

"Stiamo preparando una sostanza molto potente per il 25 maggio. Le mie figlie la diffonderanno sull'edificio del governo rumeno", afferma Minca. "L'acqua incantata rischiarerà le menti dei politici e renderà più lucidi i loro giudizi, così potranno prendere buone decisioni per il popolo rumeno".

Per creare la sostanza magica, dal 9 maggio scorso, le "streghe", come si chiamano, si ritrovano per i loro rituali a mezzanotte, all'alba e al tramonto. Dicono che l'intruglio contiene tracce di animali, candele e fiori.

Anche se Minca solitamente offre aiuto a persone con problemi di cuore o di vil denaro, di recente ha rivolto la sua attenzione ai problemi del suo Paese. Si è unita così ad una rete di streghe rumene che maledicono i legislatori rumeni ritenuti corrotti.

"Abbiamo eseguito due rituali speciali sui politici rumeni: un rituale di magia bianca per illuminare le loro menti, così da poter utilizzare i propri poteri per combattere per il popolo rumeno e fare cose buone. E un altro di magia nera contro politici che non mantengono le loro promesse di offrire una vita migliore ai rumeni"

"Se vogliono agire contro i rumeni, rubare, trascinare il loro Paese nella povertà, allora andranno in prigione o avranno problemi di salute. Agiamo per il bene comune. La nostra magia nera colpirà coloro che non vogliono il bene del popolo rumeno".

La stregoneria è una vecchia usanza popolare nei Paesi dell'Europa orientale. Nel 2015, il governo rumeno ha fatto della stregoneria una professione imponibile, obbligando i veggenti, i lettori di tarocchi e le streghe a dichiarare le tasse. Devono anche ottenere un permesso per praticare le loro antiche usanze.

Stregoneria online

Minca e le sue figlie usano i poteri magici di Internet per offrire i loro servizi ai clienti di tutto il mondo e trasferire gli antichi saperi esoterici online. La pratica rimane la stessa, dice, ma la rete ci permette di metterci in contatto con clienti di altri Paesi.

"Le persone che hanno bisogno del nostro aiuto devono inviarci le loro foto e i loro nomi, vista la distanza: basta vederli su Facebook per poter lanciare la fattura"