ULTIM'ORA

Siria, offensiva finale contro l'Isis

Siria, offensiva finale contro l'Isis
Dimensioni di testo Aa Aa

È l'offensiva finale per la liberazione della Siria dalle milizie dello Stato islamico e si svolge a Baghouz, al confine con l'Iraq.

Le forze siriane democratiche, sostenute dagli Stati Uniti, proseguono qui un'operazione militare iniziata a settembre, dalle rive orientali dell'Eufrate, che ha spinto l'Isis sempre più a est fino ad asserragliarsi in quest'ultima roccaforte. Un terreno molto pericoloso, disseminato di tunnel e mine, dove è forte anche il rischio di attacchi suicidi.

Tenuti in ostaggio dai miliziani anche migliaia di civili, nascosti in tunnel o nelle grotte che sovrastano la città, sono stati evacuati a metà febbraio, durante una breve tregua.

Secondo le forze curdo-siriane a Baghouz ora sono rimasti solo jihadisti. "Le famiglie dei mercenari - dice un portavoce delle Forze siriane democratiche (SDF) - e perfino i bambini stanno combattendo al fianco di Daesh. Fra loro ci sono arabi e anche stranieri".

Lo Stato islamico resiste nella porzione di territorio compresa tra l'Eufrate e la frontiera irachena. "Sono asserragliati tra le macerie e carcasse di auto, hanno seminato mine e ordigni esplosivi", affermano fonti curdo-siriane per spiegare la loro lenta avanzata. "Finora sono stati uccisi dieci miliziani" dell'Isis, concludono.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.