ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Bene comune e Giustizia ambientale", un incontro a Bruxelles

"Bene comune e Giustizia ambientale", un incontro a Bruxelles
Dimensioni di testo Aa Aa

Si è svolto il 5 e il 6 febbraio a Bruxelles, presso la sede del Parlamento europeo un incontro tra diversi movimenti impegnati per i Beni comuni e per la Giustizia ambientale che lavorano su questi temi a livello europeo e a livello del territorio regionale della Puglia. L'incontro è stato promosso dalla deputata Eleonora Forenza (GUE/NGL).

"Si tratta di un'iniziativa che intende contribuire al rilancio delle politiche per i beni comuni e la giustizia ambientale in Europa e in Puglia", ha spiegato Forenza. "In primo luogo, proponiamo sia un bilancio degli avanzamenti che abbiamo prodotto come gruppo parlamentale GUE/NGL e come intergruppo per i Beni comuni sia un quadro dello stato dell’arte in questa legislatura europea. In secondo luogo, avanzeremo delle proposte per il futuro, a partire da quelle elaborate dall’università del Bene comune, dai forum e dai movimenti, che sono stati fondamentali anche per il lavoro legislativo del Parlamento europeo".

"Per noi è fondamentale supportare la campagna per una legge di iniziativa popolare sui beni comuni promossa in Italia dal Comitato Rodotà. Inoltre, la questione meridionale è oggi una questione europea, e uno dei profili attraverso cui è necessario affrontarla è il problema della giustizia ambientale. Proveremo, dunque, a connettere a partire dal quadro europeo alcuni dei principali conflitti ambientali pugliesi. Vorremo contribuire a creare una rete dei movimenti per i beni comuni e la giustizia ambientale in Puglia: per connettere le questioni ambientali in Puglia con il quadro europeo e per connettere tra loro le tante lotte per la giustizia ambientale e i beni comuni in Puglia a partire dal quadro europeo."

Sono intervenuti: Eleonora Forenza (Parlamentare europea, L’Altra Europa, Italia, Renato Brigranti (Legge di iniziativa popolare per i Beni comuni), Elena Mazzoni (Responsabile nazionale ambiente PRC e campagna Stop ISDS), Enzo Di Salvatore (Promotore referendum NO TRIV), Nicola Grasso (Università del Salento), Loretta Moramarco (Comitato pugliese Acqua Bene Comune), Esponenti dei movimenti per i beni comuni e la giustizia ambientale in Puglia