ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Brindisi amaro per Apple

euronews_icons_loading
Brindisi amaro per Apple
Dimensioni di testo Aa Aa

Non si apre nel migliore dei modi il 2019 per la Apple. Nonostante gli ultimi prodotti lanciati sul mercato, a partire dagli I-Phone X, le vendite non hanno dato i risultati sperati. E cosìl il colosso di Cupertino ha rivisto al ribasso le stime dei ricavi per il primo trimestre facendo crollare il titolo in borsa: -8% a Wall Street nei giorni scorsi. Il numero uno Tim Cook parla di un taglio che potrebbe arrivare fino a 9 miliardi di dollari.

"Apple non ha soddisfatto le aspettative di reddito - fa notare un analista - mettondo maggiore pressione sul settore tecnologico, una pressione che si aggiunge a quella degli ultimi mesi. Il fatto che il gruppo leader e numero uno nel campo dei computer e degli shartphone non sia in grado di fornire ciò che il mercato richiede è un problema non da poco.”

Apple punta il dito sul rallentamento dell’economia cinese e sulle tensioni tra il governo di Xi Jinping e l’amministrazione statunitense, che hanno provocato una scarsa propensione all’acquisto non solo dei nuovi iPhone, ma anche degli altri prodotti del gruppo. Secondo diversi esperti invece Apple ora deve fare seriamente i conti con i prodotti della concorrenza, più economici e per alcuni decisamente più innovativi.