Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Sempre più giovani stranieri nei templi del teatro e del balletto russi

Sempre più giovani stranieri nei templi del teatro e del balletto russi
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia ha dato al mondo molti artisti eccezionali. Tanti ragazzi e ragazze sognano di studiare nelle scuole di teatro e di balletto russe, anche dall'estero.

Ma è facile farlo per gli stranieri in Russia?

Per capirlo siamo andati nell'Istituto di arti teatrali famoso come Gitis.

Theodosis è venuto dalla Grecia - la terra dove sono nate le arti – ma ora questo ragazzo vuole imparare il Metodo Stanislavskij.

LA STORIA DI THEODOSIS

Sorprendentemente il GITIS è molto famoso in Grecia. Molti attori del mio Paese hanno effettivamente fatto i loro studi in questa scuola. E allora ho detto a me stesso: anch’io voglio imparare qui”.

Questo ragazzo sogna di diventare direttore teatrale. Da 2 anni a Mosca, parla russo abbastanza bene, ha solo qualche difficoltà a spiegarsi con i futuri attori.

"Beh, dopo tutto, il teatro non è solo il testo - dice - ma anche le emozioni, il movimento sul palco. Non tutto può essere espresso a parole, non sempre. A dire il vero, penso che avrò lo stesso problema con gli attori in Grecia ".

IL 2019 SARA' L'ANNO DEL TEATRO IN RUSSIA

In Russia il 2019 è stato dichiarato l'anno del teatro. Molte compagnie teatrali dall'estero arriveranno in Russia con i loro Tour.

Ma gli eventi politici interferiscono con la vita teatrale?

Grigory Zaslavsky, rettore del Gitis, risponde a Euronews: "In teatro troviamo sempre un linguaggio comune con tutti, nonostante gli eventi drammatici della politica. Il 10% dei nostri studenti è straniero. Speriamo che dopo aver terminato i loro studi non vengano visti come agenti di servizi segreti russi, ma come agenti della cultura russa all'estero ".

RIGOROSE SELEZIONI E DURI ALLENAMENTI MA IL 90% DEI LAUREATI POI LAVORA

Sembrano arti marziali o un tirocinio per agenti segreti, e invece siamo a una lezione di movimento scenico. È molto importante per i futuri attori o per le attrici imparare ad interagire non solo con il pubblico, ma anche con i loro partner sul palco.

"Il tasso di occupazione - ci informa il direttore del Gitis - dei laureati in queste scuole è molto alto, circa il 90%".

A SAN PIETROBURGO

Ogni ballerino sogna gli allori di Nureyev o Pliseckaja e di esibirsi sui migliori prosceni del mondo. Tuttavia, raggiungere la cima è difficile e non è dato a tutti.

SERGEY SHERBAKOV ci porta con Euronews in un autentico tempio dell'arte: "Siamo nella famosa Vaganova Ballet Academy, una delle più antiche scuole di danza del mondo. Venire qui è il sogno piu caro per molti ballerini agli esordi ".

Quest'anno l'Accademia festeggia i suoi 280 anni. All'inizio era influenzata dalle scuole francesi e italiane, pur essendo sinonimo di balletto russo. Fino alla metà del XX secolo, la scuola del Teatro Mariinsky si trovava proprio qui. Ulanova, Nijinsky, Baryshnikov: queste sale ricordano tutti i piu grandi ballerini russi. E non solo russi.

Nikolai Tsiskaridze apre le porte della Vaganova Ballet Academy: "Molti grandi ballerini europei hanno avuto l'onore di studiare qui. Questo posto è il centro di tutta la cultura russa ".

LA SECONDA STRADA: LE FONDAZIONI

Accedere all’accademia non è cosa semplice. "Da 280 anni ammettiamo qui bambini solo per il loro talento. Alcuni vengono a trovarci, ci inviano dei video e noi li valutiamo".

Per coloro che invece non hanno la possibilità di venire a San Pietroburgo, una possibilità c’è sempre, con molte fondazioni come la Nureyev Foundation.

IL PORTALE WEB PER STUDIARE IN RUSSIA

Internet è la strada che apre la Russia al mondo: il sito Web russia.study è una piattaforma online globale per gli studenti stranieri, un modo per entrare in una delle 500 università presenti in Russia in pochi passi. Puntando all'avanguardia e al confronto tra esperti, ricercatori e studenti.