Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Germania, partita la corsa per il dopo-Merkel

Germania, partita la corsa per il dopo-Merkel
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Si riscalda la corsa per sostituire Angela Merkel alla testa dei Cristiano-democratici tedeschi. Tra i candidati in lizza resta favorito Friedrich Merz, ex leader del gruppo parlamentare della CDU, e già oppositore interno della cancelliera Merkel. Il 63enne politico, che da dieci anni aveva rinunciato a incarichi di responsabilità, rappresenta l'ala più vicina al mondo delle imprese, e propone un modello di partito simile alla CDU prima della Merkel.

Anche Jens Spahn ha nella sua biografia politica uno scontro con Angela Merkel: quello del 2015, quando il 38enne ministro della Salute cavalcò la crisi dei rifugiati. Omosessuale e cattolico, intenzionato a spostare a destra l'asse del partito, Spahn ha annunciato la sua candidatura sulle reti sociali.

All'opposto dei due suoi antagonisti, Annegret Kramp-Karrenbauer, conosciuta anche come AKK, terza pretendente alla leadership è considerata così tanto vicina alla cancelliera da essersi quadagnata il soprannome di mini-Merkel. Cinquantasei anni, ex leader nel Saarland e attuale segretaria generale del partito, AKK parla di stabilità: "Serve esperienza e capacità di comprensione di ciò che accade. Servono esperienza e responsabiltà di governo, per lungo tempo",

Dopo aver separato governo e partito, la Merkel punta ora a restare cancelliera fino alle elezioni del 2021. Per molti un traguardo ambizioso, che certamente dipenderà dalla scelta del nuovo leader politico. Thorsten Faas, politologo all'Università di Berlino: "Potrebbe accadere se passa Kramp-Karrembauer, ma non penso funzionerebbe con Merz, suo vecchio nemico, o con Spahn, ministro del suo governo". Jona Kallgren, Euronews: I candidati alla leadesrship viaggeranno ora in tutto il paese per incontrare dirigenti e miltanti del territorio Il prossimo 7 novembre è prevista una conferenza generale ad Amburgo, col voto dei delegati per l'elezione del nuovo leader.