ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bulgaria, omicidio-Marinova: un arresto in Germania

Lettura in corso:

Bulgaria, omicidio-Marinova: un arresto in Germania

Bulgaria, omicidio-Marinova: un arresto in Germania
Dimensioni di testo Aa Aa

Arrestato l'assassino

Arrestato un uomo in Germania legato all'omicidio della giornalista Viktoria Marinova. Si chiama Severin Krasimirov. Suo il DNA trovato sul luogo del delitto. Secondo indiscrezioni riportate dai media bulgari, avrebbe confessato l'omicidio.

E' un giovane di 21 anni, bulgaro di etnia rom. Nella sua abitazione di Ruse, in Bulgaria, dove è avvenuto l'omicidio, sono stati rinvenuti abiti sporchi di sangue appartenente a Viktoria Marinova.
Dopo il delitto, l'uomo si è rifugiato in Germania, a 60 km da Amburgo, dove da anni vive la madre.

L'altro sospettato è stato scarcerato

Sul caso dell'omicidio della giornalista Viktoria Marinova, nella giornata di ieri la polizia bulgara ha scarcerato il clochard ucraino, con passaporto romeno, considerato il sospettato numero uno del delitto, avvenuto nel parco di Ruse, nel nord della Bulgaria, al confine con la Romania.

Ma il DNA dell'uomo non coincide con quello trovato sulla scena del crimine.

Anche se il premier Boyko Borissov aveva dichiarato "L'assassino ha le ore contate", tutta la Bulgaria rimane sotto choc.

Il corpo senza vita di Viktoria Marinova, 30 anni, giornalista dell'emittente locale TVN, è stato ritrovato sabato scorso: la donna, che era al parco per fare jogging, sarebbe stata aggredita, violentata, picchiata e poi soffocata dal suo assassino.

"Una intimidazione"

Ora è attesa l'estradizione del giovane arrestato in Bulgaria dove è stato incriminato per stupro e omicidio premeditato. Gli investigatori hanno affermato che stanno esaminando tutte le piste possibili.

Sotir Tsatsarov, procuratore capo, ha detto: "In questa fase dell'inchiesta non abbiamo prove che l'omicidio sia collegato all'attività professionale della giornalista ma ripeto l'arresto del presento assassino non fermerà l'indagine su altri possibili moventi".

Però i colleghi di Viktoria Marinova temono che le autorità vogliano minimizzare la probabile relazione del delitto con il suo lavoro.

Ad indagare è soprattutto il blog d'inchiesta Bivol che ha pubblicato l'inchiesta sulla corruzione legata all'uso dei fondi europei di cui Marinova ha parlato nell'ultima puntata del suo show.
Per i redattori del blog, l'omicidio di Viktoria Marinova è una "intimidazione".

Presunte frodi all'Unione Europea?

Viktoria Marinova, nel suo programma televisivo di attualità aveva intervistato due giornalisti investigativi bulgari che hanno indagato su presunte frodi sui fondi dell'Unione Europea legati a uomini d'affari e politici.
In poco tempo si era guadagnata la fama di giornalista "anti-corruzione".

La morte della giornalista ha provocato una grande ondata di emozione in Bulgaria e centinaia di persone sono scese in strada a Sofia per una fiaccolata in sua memoria.

Secondo Reporter senza frontiere, la Bulgaria è il peggior paese dell'UE per quanto riguarda la libertà di stampa. A livello globale, nella relativa classifica, occupa il 111. posto su 180 paesi.

Ecco come Christophe Deloire, segretario generale di Reporter senza frontiere, ha ricordato la collega Viktoria Marinova.

Gli USA offrono collaborazione

Intanto, anche l'ambasciata USA a Sofia aveva offerto la propria collaborazione alle autorità bulgare per tentare di risolvere il caso della morte violenta di Viktoria Marinova.

"Siamo scioccati dal terrificante omicidio di Ruse della giornalista Viktoria Marinova. Gli Stati Uniti sono pronti ad aiutare le autorità, se hanno bisogno per trovar eil colpevole e fare giustizia".