ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La cima più alta della Svezia ha perso il suo primato

Lettura in corso:

La cima più alta della Svezia ha perso il suo primato

La cima più alta della Svezia ha perso il suo primato
Dimensioni di testo Aa Aa

Fino a poco tempo fa la cima meridionale del Kebnekaise, circa 150 chilometri a nord del circolo polare artico, era la vetta più alta della Svezia, a un altitudine di circa 2.100 metri sul livello del mare. Un primato perso il primo agosto, quando le nuove misurazioni hanno constatato un abbassamento dovuto allo scioglimento del ghiacciaio che ricopre la cima. Il primato di vetta più alta è così passato alla cima settentrionale della stessa montagna.

Il nord Europa nella morsa del caldo

A causare l'ulteriore abbassamento del ghiacciaio ha contribuito l'eccezionale ondata di caldo che ha investito nelle ultime settimane il nord Europa, con temperature che sopra il Circolo polare artico sono state anche di oltre 15 gradi superiori alla media.

"Lo scioglimento del ghiacciao è un trend che va avanti da anni"

"E' un tendenza che va avanti da molti anni ormai - ha detto Gunhild Rosqvist, geografa dell'Università di Stoccolma che dirige la stazione di ricerca di Tarfala -. Negli ultimi venti anni il ghiacciaio della cima si è sciolto alla velocità di un metro ogni anno. E' il simbolo di quello che sta succedendo ai ghiacciai in Svezia, Norvegia e nel resto del mondo, Antartide a parte. Lo scioglimento di neve e ghiaccio ha un impatto negativo sull'intero ecosistema della montagna e sulle persone che dipendono da esso come ad esempio gli allevatori di renne, che stanno vivendo un momento davvero difficile".