ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Diritti dei migranti in Libia? Problema già posto"

"Diritti dei migranti in Libia? Problema già posto"
Dimensioni di testo Aa Aa

Proprio nel giorno in cui Amnesty International ha accusato i governi europei di complicità con gli sfruttatori libici dei migranti, al parlamenteo europeo, si è tenuta una conferenza sulla violazione dei diritti dei migranti in Libia. Gianni Pittella, europarlamentare capogruppo socialisti e democratici ha detto: "Noi abbiamo posto il tema della difesa dei diritti umani nei centri di accoglienza in Libia come tema prioritario e lo stesso governo italiano ha posto questo tema, ha chiesto insieme a noi l’intervento della comunità internazionale perché non si abbiano i lager ma centri di accoglienza che rispettino i diritti di queste persone".

Il fronte della denuncia è trasversale ma la soluzione non è dietro l'angolo. Sophie in 't Veld europarlamentare dell'alleanza dei liberali e dei democratici per l'Europa, ha detto: "Dobbiamo prima capire come possiamo aiutare e salvare le persone che sono attualmente in detenzione e schiavitù in Libia. Miliardi entrano in Libia dall'Italia e non da ieri, ma da molti anni. Quindi cosa succede? Il denaro finisce in mano a miliziani, terroristi e politici corrotti. È davvero così che vogliamo finiscano i soldi delle nostre tasse?"