EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Il Cile chiede scusa ai Mapuche

Il Cile chiede scusa ai Mapuche
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

Il Cile prova a scrivere una nuova pagina di storia con il “popolo della terra”, questo il significato del nome della popolazione indigena Mapuche che conta 600mila persone nel paese. Dal 1992 rivendicano il diritto alla propria terra, spesso espropriata. Ora arrivano le scuse ufficiali del presidente della Repubblica del Cile.

“Abbiamo fallito come paese, è per questo che chiedo umilmente e solennamente scusa al popolo Mapuche per gli orrori e gli errori perpetrati o tollerati dallo Stato nelle relazioni con loro e con le loro comunità”, ha detto Michelle Bachelet.

Il governo ha presentato un piano che prevede la creazione di un Ministero delle popolazioni indigene e misure di sostegno per la regione cilena dell’Araucanía, nel Sud, dove si trova la maggior parte dei Mapuche.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cile, referendum Costituzione: il 55% dice no all'adozione di un nuovo testo

Cile, 50 anni fa il golpe che instaurò la dittatura militare

Gaza, non si fermano le proteste: a Tel Aviv per gli ostaggi, a Los Angeles contro l'università