Brexit: Londra prepara i piani negoziali. Edimburgo pronta al referendum bis

Brexit: Londra prepara i piani negoziali. Edimburgo pronta al referendum bis
Di Luca Colantoni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Per Theresa May il Governo di Londra non è in difficoltà. Sturgeon: "La Scozia non bluffa"

PUBBLICITÀ

Il prossimo aprile dovrebbero iniziare i negoziati con l’Unione Europea per la Brexit e il primo ministro britannico Theresa May nega ci sia confusione dopo le polemiche dimissioni dell’ambasciatore di Londra presso la Ue Ivan Rogers e annuncia che illustrerà i dettagli della sua strategia nelle prossime settimane: “Penso che sia sbagliato guardare a questo solo come un problema binario tra il controllo dell’immigrazione ed ottenere un buon affare commerciale. Esiste piuttosto la volontà di raggiungere il migliore accordo possibile sulle nostre relazioni con l’Unione Europea fuori dalla quale vorremmo continuare ad essere in grado di mantenere il controllo sull’immigrazione. Ma nei piani della Brexit abbiamo anche la volontà di ottenere il migliore accordo possibile sulle nostre relazioni commerciali con l’Unione Europea”.

Theresa May's problems are stacking up, and she doesn't seem to have a plan https://t.co/wafrGrytCG

— The Economist (@TheEconomist) 8 gennaio 2017

Dall’altra parte la Scozia pronta a lanciare la sfida di un secondo referendum sull’indipendenza
dalla Gran Bretagna se il governo conservatore di Londra dovesse
“trascinarla nel baratro” di una “hard Brexit”. “Loro commettono un grosso errore se pensano che noi stiamo bluffando – dice la Primo Ministro scozzese Nicola Sturgeon – Gli scozzesi hanno il diritto di decidere se vogliono essere trascinati nel baratro di una hard Brexit o voler prendere invece il controllo del loro futuro. In ogni caso siamo anche disposti ad accantonare, per ora, un progetto di referendum bis sull’indipendenza se da Londra accettassero una soluzione di compromesso”.

Nicola Sturgeon: ‘I’m not bluffing about indyref2’
https://t.co/TWH3DcDGH9pic.twitter.com/l8VDDABpUC

— The Scotsman (@TheScotsman) 8 gennaio 2017

Resta il fatto che, sempre secondo la Sturgeon, il governo May
non mostra d’avere al momento un piano negoziale chiaro con
Bruxelles.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Irlanda del Nord: Londra approva l'intesa sulla fine dello stallo politico

Irlanda del Nord: raggiunto un accordo con il governo del Regno Unito, fine al boicottaggio

Il governo britannico è accusato di spaventare gli immigrati per indurli a lasciare il Paese