EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Francia: divieto del burkini sospeso dal Consiglio di Stato, ma la diatriba continua

Francia: divieto del burkini sospeso dal Consiglio di Stato, ma la diatriba continua
Diritti d'autore 
Di Eri Garuti
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La polemica sul burkini non si chiude con il pronunciamento del Consiglio di Stato.

PUBBLICITÀ

La polemica sul burkini non si chiude con il pronunciamento del Consiglio di Stato. L’Alta Corte francese ha dichiarato illegale il divieto, decretato da una trentina di comuni, di portare l’indumento islamico in spiaggia, ma molti politici che avevano appoggiato il provvedimento pensano già all’ipotesi di scrivere una legge in merito.

Il premier socialista Manuel Valls assicura: “Questa ordinanza del Consiglio di Stato non esaurisce il dibattito apertosi nella società sulla questione.”

Assumons le débat sur le burkini – retrouvez mon texte sur ma page Facebook : https://t.co/C5z8mshyf2

— Manuel Valls (@manuelvalls) 26 août 2016

La discussione sul burkini fa capire che la Francia è ormai in campagna elettorale per le legislative e le presidenziali del 2017.
L’ex presidente di centro-destra Nicolas Sarkozy, che ha appena annunciato di ricandidarsi, vorrebbe far vietare ogni simbolo religioso in pubblico.

Il pronunciamento del Consiglio di Stato riguardava solo la località di Villeneuve-Loubet, ma farà probabilmente giurisprudenza anche per i ricorsi relativi alle altre città.

La Corte ha smentito che il burkini abbia rappresentato una minaccia all’ordine pubblico e ha affermato che il divieto ha “infranto libertà fondamentali”, come quella religiosa e di movimento.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Burkini: per il tribunale di Gand non è anti igienico

Proteste in Nuova Caledonia: i motivi delle accuse della Francia all'Azerbaijan

Nuova Caledonia: sesta vittima durante le proteste, perché Parigi accusa l'Azerbaijan