EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Iraq: l'esercito libera le famiglie ostaggio dell'Isil a Ramadi

Iraq: l'esercito libera le famiglie ostaggio dell'Isil a Ramadi
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le forze irachene hanno esteso il controllo sul centro di Ramadi cacciando i jihadisti da diversi quartieri che erano ancora nelle loro mani per

PUBBLICITÀ

Le forze irachene hanno esteso il controllo sul centro di Ramadi cacciando i jihadisti da diversi quartieri che erano ancora nelle loro mani per liberare i civili rimasti in trappola, sotto il fuoco incrociato.

Raccontano cose terribili le famiglie liberate dalla morsa del sedicente Stato Islamico. Per giorni, addirittura settimane, senza cibo nè acqua. Spesso usati come scudi umani. Chi tra loro rifiutava di seguire i jihadisti veniva brutalmente ucciso davanti a tutti, come racconta un uomo ferito, visibilmente provato dalla situazione: “Daesh. Possa Dio punirli. Sparano in testa a chi rifiuta di andare con loro ad al-Sufiya. I corpi sono ancora qui. Potete vederli. Sono sette”.

L’esercito iracheno continua a consolidare le sue posizioni dopo mesi di combattimenti contro lo Stato Islamico, ma la vasta provincia sunnita di Al-Anbar non è stata ancora messa completamente in sicurezza.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iraq, parlamento approva la legge per criminalizzare l'omosessualità: fino a 15 anni di reclusione

Iraq, attacco contro una base militare: un morto e otto feriti

Medio Oriente: gli Stati Uniti attaccano milizie filo-iraniane in Iraq e Siria