EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Medio Oriente: gli Stati Uniti attaccano milizie filo-iraniane in Iraq e Siria

base militare in Giordania
base militare in Giordania Diritti d'autore Planet Labs PBC/AP
Diritti d'autore Planet Labs PBC/AP
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Le forze statunitensi hanno attaccato obiettivi delle milizie filo-iraniane in Iraq e Siria. Gli attacchi arrivano in risposta alla morte di tre marine uccisi in una base in Giordania. Intanto, sono ancora in corso i colloqui per un cessate il fuoco a Gaza

PUBBLICITÀ

Le forze statunitensi hanno lanciato la prima serie di attacchi contro obiettivi legati all'Iran in Iraq e Siria, come rappresaglia per la morte di tre soldati americani in una base in Giordania, dopo l'attacco da parte delle milizie. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha accolto venerdì le bare dei marine uccisi nella base aerea di Dover.

Colpiti 85 obiettivi in Iraq e Siria

Comando centrale statunitense (Centcom) dell'esercito statunitense ha confermato che l'attacco ha colpito più di 85 obiettivi delle milizie sia in Iraq che in Siria. L'attacco fa seguito alle dichiarazioni di giovedì, primo febbraio, del Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, secondo cui gli Stati Uniti avrebbero colpito "quando, come e dove vogliono".

Joe Biden ha confermato su X che gli Stati Uniti non cercano alcun conflitto in Medio Oriente, "Se ci attaccate, risponderemo", ha scritto il capo di Stato Usa.

Pressioni per il cessate il fuoco a Gaza

Nel frattempo, i diplomatici statunitensi continuano a fare pressione su Hamas per ottenere un accordo di cessate il fuoco. Finora sono riusciti a ottenere solo una pre-approvazione a Parigi domenica scorsa.Fonti interne al Wall Street Journal affermano che le tensioni interne alla leadership di Hamas potrebbero significare che l'accordo per il cessate il fuoco non solo potrebbe essere rinviato, ma potrebbe anche saltare.

A Gaza distrutto il 30% degli edifici

Unosat, il centro satellitare delle Nazioni Unite, ha diffuso immagini e una stima dei danni a Gaza. Secondo i suoi calcoli, un edificio su tre è stato demolito. In totale, 22mila edifici sono stati distrutti, mentre 14mila sono stati danneggiati in modo significativo. Il conflitto armato nella Striscia di Gaza ha colpito finora un totale di 94mila appartamenti.

mappa Gaza Unosat
mappa Gaza UnosatUnosat
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Giordania: tre militari uccisi e decine di feriti in attacco con droni su base militare statunitense

Attacco con droni in Giordania: morti almeno tre militari statunitensi

Iraq, parlamento approva la legge per criminalizzare l'omosessualità: fino a 15 anni di reclusione