This content is not available in your region

Sette modi per esplorare le montagne della Bulgaria in ogni stagione

Destinations
Destinations   -   Diritti d'autore  AP Photo
Di Jonny Walfisz

Una volta atterrato a Sofia un turista potrebbe essere tentato di spendere l'intero soggiorno nella capitale della Bulgaria. Sarebbe un errore, perché fuori dalla città ci sono tanti luoghi che meritano una visita, dalle catene montuose di Rila e Pirin a sud-ovest alle montagne balcaniche che si estendono nel centro del paese.

1) Dove andare a sciare

Con l'avvicinarsi dei mesi invernali, la mente di molte persone va subito allo sci. Se state cercando qualcosa di diverso dalla classica vacanza alpina, le stazioni sciistiche di Bansko, Borovets e Pamporovo potrebbero fare al caso vostro.

Bansko, un villaggio ai piedi delle montagne Pirin, ha vinto il premio come miglior resort per sciare in Bulgaria ai World Ski Awards ogni anno dal 2013. Con 75 km di piste da sci e 9 km di piste da fondo, c'è una pista per gli sciatori di ogni livello. Dopo una giornata sulle piste è possibile rilassarsi nelle "Mehanas", le taverne tradizionali bulgare.

Amorphisman via Wikimedia Commons
Sciatori nella stazione di Bansko, in BulgariaAmorphisman via Wikimedia Commons

2) In bicicletta attraverso i passi

Quando la neve si scioglie, è possibile godersi le montagne bulgare in bicicletta. In questo caso non c'è niente di meglio di un tour nelle montagne Rhodope.

I monti Rodopi sono conosciuti come il "cuore verde d'Europa" per le loro foreste di pini sempreverdi. Tra le tappe di un ipotetico tour in bicicletta la città termale di Velingrad e la gola di Buinovsko dove è possibile esplorare la grotta Yagodina, la più lunga della Bulgaria.

Canva
Il panorama da Yagodina, nei Monti RodopiCanva

3) Escursioni a Musala e Vihren

Chi non ha voglia di sciare o andare in bicicletta, ma ama la montagna, può optare per un'escursione sulle cime del Vihren o del Musala. Le vette delle catene montuose di Pirin e Rila si trovano a più di 2.900 metri di altezza. Il picco del Musala, a 2.925 metri, è il più alto dell'Europa sud-orientale.

Entrambe le montagne offrono una vista mozzafiato durante tutto l'anno. Nei mesi estivi la cima di Musala può essere raggiunta in un solo giorno con l'aiuto della cabinovie delle stazioni sciistiche di Borovets. Da lì è possibile ammirare i laghi glaciali e il fiore Rila Primrose, endemico della zona e presente solo sopra i 2.200 metri.

4) Un viaggio tra i monasteri di montagna

In qualsiasi viaggio sulle montagne della Bulgaria non può mancare una visita a uno degli oltre 100 monasteri sparsi nel paese. Il monastero di Rila è una buona scelta. Patrimonio dell'umanità dell'Unesco, la dimora dell'eremita San Giovanni di Rila nel X secolo è rimasta da allora un luogo sacro.

Canva
Il monastero di Rila, nel cuore delle montagneCanva

Distrutto da un incendio nel 1862, il monastero è stato ricostruito per incarnare le splendide visioni dell'architettura rinascimentale bulgara.

5) Laghi stupedni

Nel corso delle escursioni in montagna potreste avere la tentazione di visitare uno dei tanti stupendi laghi della Bulgaria: i Sette Laghi di Rila e i Laghi Urdini sono ricchi di panorami mozzafiato.

6) Il vino dei Balcani

Se non amate i superalcolici - la rakija, simile al brandy e alla vodka, è tipica della Bulgaria - ma non disdegnate un buon bicchiere, la regione vinicola della Valle delle Rose, a sud delle montagne balcaniche, è quello che fa per voi.

Le montagne che circondano la valle proteggono i vigneti da eventi meteorologici estremi che potrebbero stravolgere la produzione delle varietà di uva uniche della Bulgaria. Tra le più rinomate c'è il Red Misket, un'antica varietà bulgara con cui sono prodotti vini bianchi dalle sfumature rosate.

Canva
Un campo nella Valle delle Rose, celebre regione vinicola della BulgariaCanva

7) Cucina d'alta quota

Condividendo gran parte della sua tradizione culinaria con Grecia e Turchia, in Bulgaria si possono gustare deliziosi tahini, börek e moussaka. Ma è sui monti Rodopi che si trova la vera cucina bulgara.

Il patatnik, una torta di patate con sirene, il tipico formaggio bianco bulgaro, è il pasto ideale per sciatori ed escursionisti affamati. Per i vegani c'è anche la deliziosa bob chorba, una zuppa di fagioli che include praticamente qualsiasi verdura a portata di mano.