Guerra Israele-Hamas, come i bambini sono usati per diffondere disinformazione

Children of internally displaced Palestinians who took refuge in a United Nations-run school gather on the balcony of a classroom in the southern of Gaza Strip city
Children of internally displaced Palestinians who took refuge in a United Nations-run school gather on the balcony of a classroom in the southern of Gaza Strip city Diritti d'autore MAHMUD HAMS/AFP or licensors
Di Euronews Digital
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Da quando i militanti di Hamas hanno fatto irruzione in Israele, un’ondata di video e foto ha riempito i social media, rendendo difficile per gli utenti distinguere i fatti dalla finzione

PUBBLICITÀ

Da quando i militanti di Hamas hanno fatto irruzione in Israele il 7 ottobre scorso, un’ondata di video e foto ha riempito i social media, rendendo difficile per gli utenti distinguere i fatti dalla finzione.

I video che abbiamo visto più volte condivisi includono bambini.

Diamo un'occhiata più da vicino alla disinformazione che sfrutta i bambini e passiamo ai fatti.

In qualsiasi conflitto o evento senza precedenti, i bambini possono diventare bersagli e oggetti di disinformazione.

Il primo video virale che abbiamo individuato è stato condiviso centinaia di migliaia di volte: si sostiene di mostrare un bambino palestinese (a Gaza) che piange dopo un attacco orchestrato dall'Esercito israeliano.

Ma dopo aver effettuato una ricerca delle immagini a ritroso, abbiamo trovato il video originale di YouTube, che in realtà risale al 2014.

Secondo la didascalia, il video è stato girato a Homs, in Siria, e mostra un ragazzo che piange dopo la morte della sorella.

Il video successivo è estremamente scioccante, ma si è rivelato anche fuorviante, sostenendo di mostrare bambini israeliani rapiti e tenuti in gabbia a Gaza.

Quanti fake video!

Quando ci siamo imbattuti per la prima volta nel video, c'erano alcuni dettagli che ci hanno reso diffidenti riguardo alla sua legittimità.

Una cosa che abbiamo notato è che le gabbie non sono chiuse a chiave, e anche il suono dell'uomo dietro la telecamera è un po' strano.

Secondo FakeReporter, un sito israeliano di fact-checking, il video originale di TikTok è stato effettivamente pubblicato tre giorni prima che Hamas lanciasse la sua offensiva.

Tuttavia, l'account è stato sospeso per alcuni giorni e il video è stato cancellato.

Il sito spagnolo di fact-checking Maldita ha trovato un secondo video degli stessi bambini, questa volta seduti fuori casa, pubblicato l'8 ottobre sullo stesso account TikTok e nuovamente cancellato.

Solo pochi giorni fa, l'account che ha pubblicato il video originale è stato ripristinato: l'uomo che ha pubblicato il video spiega che i bambini sono in realtà suoi parenti e non hanno nulla a che fare con il conflitto Israele-Hamas.

Più di un milione di persone sono fuggite dalle proprie case nella Striscia di Gaza prima della prevista offensiva di terra israeliana.

Secondo l’Unicef, il conflitto è diventato la più mortale delle cinque guerre di Gaza (per entrambe le parti), con oltre 4.000 persone uccise, tra cui centinaia di bambini.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Tensioni al confine con il Libano, massiccia mobilitazione militare israeliana

Macron cancella la sua visita a Kiev: le voci sul presunto attentato al presidente francese

Striscia di Gaza, i dubbi online sulla liberazione di lunedì dei due ostaggi israeliani