This content is not available in your region

L'amico tedesco di Putin, Gerhard Schröder nell'occhio del ciclone

Access to the comments Commenti
Di Christopher Pitchers  & Alberto de Filippis
euronews_icons_loading
Image
Image   -   Diritti d'autore  Burhan Ozbilici/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.

I membri del Parlamento europeo a Bruxelles stanno spingendo per nuove sanzioni in relazione alla guerra in Ucraina. E questa volta anche contro l'ex cancelliere tedesco Gerhard Schröder per i suoi stretti legami con il presidente russo Vladimir Putin.

I deputati criticano la sua decisione di mantenere le proprie posizioni dirigenziali nelle compagnie energetiche russe nonostante l'invasione di Mosca in Ucraina. Il voto è stato approvato da 575 eurodeputati, che affermano che manderà un messaggio forte.

L'x cancelliere ha perso molti benefici per la sua vicinanza al regime russo

Andreas Schwab, eurodeputato tedesco, PPE: "Ho avuto molto rispetto per il signor Schröder come cancelliere, ma nel suo lavoro attuale - soprattutto dopo le decisioni prese dall'Unione Europea e dal governo tedesco - non solo non è d'aiuto, ma sta anche agendo attivamente contro la politica comune di difesa dei valori europei. E quindi deve assolutamente essere messo sulla lista dei sanzionati".

Schröder ha servito il suo paese come Cancelliere dal 1998 al 2005.

Dopo la sconfitta elettorale ha assunto posizioni di primo piano in aziende energetiche russe, o in parte russe, come Gazprom e Nord Stream 2, innescando critiche sul conflitto di interessi.

Non dimettersi dopo l'invasione russa lo ha reso persona non grata, nella sua stessa famiglia politica, il Partito socialdemocratico tedesco, l'SPD.

Un eurodeputato socialdemocratico tedesco Jens Geier ha scritto un'e-mail a Euronews spiegando che le dichiarazioni e le azioni di Gerhard Schröder non hanno assolutamente nulla a che vedere con le convinzioni e l'atteggiamento dell'SPD.

"Siamo chiaramente e inequivocabilmente con l'Ucraina. È tragico che Gerhard Schröder abbia scelto il lato sbagliato della storia. Agisce come un uomo d'affari", ha detto.

Se l'UE aggiungesse il nome di Schröder all'elenco delle sanzioni, ciò potrebbe significare per lui un congelamento dei beni.

Ma il voto al parlamento europeo non è giuridicamente vincolante, lasciando a Bruxelles il compito di decidere cosa fare dopo.