EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La Saatchi Gallery di Londra ha inaugurato due nuove mostre invernali

La Saatchi Gallery di Londra ha inaugurato due nuove mostre invernali
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Damon Embling
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"Boundless" è una retrospettiva che ripercorre la carriera di Christo e Jeanne-Claude. "If Not Now, When?" esplora il tema del tempo e presenta le opere di quasi 30 scultrici

PUBBLICITÀ

La Saatchi Gallery di Londra ha inaugurato due nuove mostre invernali: una è dedicata a un duo di artisti che ha segnato un'era, l'altra è una celebrazione delle donne nella scultura. "Boundless" è una retrospettiva che ripercorre la carriera di Christo e Jeanne-Claude, compagni di vita uniti anche da un sodalizio professionale. Edifici e monumenti avvolti con dei teloni, come il Reichstag tedesco, sono tra le loro installazioni più celebri.

"Lo stesso Christo non sapeva dire cosa l'avesse spinto a farlo - dice Matthias Koddenberg della Fondazione Christo e Jeanne-Claude -. Ha cominciato impacchettando dei piccoli oggetti e la cosa è diventata sempre più grande. Poi ha abbandonato lo spazio delle gallerie e dei musei per realizzare progetti all'aperto, per far sì che la gente si confrontasse con l'arte".

L'Arco di Trionfo avvolto con dei teloni è un'opera postuma di Christo e Jeanne-Claude
L'Arco di Trionfo avvolto con dei teloni è un'opera postuma di Christo e Jeanne-ClaudeEuronews

L'ultima opera, postuma, risale al 2021, quando ad essere impacchettato è stato l'Arco di Trionfo di Parigi, alto 50 metri. Un sogno di Christo e Jeanne-Claude fin dagli anni '60, quando vivevano in affitto in un appartamento nelle vicinanze. Nessuno dei due è vissuto per vederlo. L'opera è stata immortalata dal loro fotografo, Wolfgang Volz. "Vorrei che avessero avuto la possibilità di essere presenti il giorno dell'inaugurazione - dice Volz -. Sono sicuro che l'avrebbero apprezzato molto".

L'altra mostra invernale della Saatchi Gallery, "If Not Now, When?", esplora il tema del tempo e presenta le opere di quasi 30 scultrici. L'esposizione, curata dall'artista britannica Deborah Duffin, si concentra anche su questioni urgenti come il cambiamento climatico e le risorse naturali. "Le interessano soprattutto le componenti elettriche - dice Anna Frances Douglas, co-curatrice della mostra -. Le risorse che vengono estratte in tutto il mondo per produrre i nostri gadget informatici sono senza senso. L'artista recupera questi rifiuti e richiama l'attenzione, con leggerezza, sulla fragilità di queste risorse".

Le due mostre alla Saatchi Gallery di Londra saranno aperte al pubblico fino al 22 gennaio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il distretto culturale che trasforma lo spazio artistico di Abu Dhabi

Il Gamesummit 2024 prevede emozionanti gare e spettacoli e interessanti dibattiti sui videogiochi

"Tutto del Classic Violin Olympus è unico!": l’intervista a Pavel Vernikov