EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Brasile, in via di restauro i pezzi danneggiati durante gli scontri al Congresso brasiliano

Brasile
Brasile Diritti d'autore frame
Diritti d'autore frame
Di euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nel laboratorio del museo della Camera dei deputati si trovano diversi contenitori con frammenti di vasi e altri oggetti distrutti

PUBBLICITÀ

Non darsi mai per vinti. Randall Felix lavora meticolosamente con il legno di una sedia dell'inizio del XIX secolo il cui bracciolo è stato distrutto durante gli scontri al Congresso brasiliano dell'8 gennaio da parte dei sostenitori di Bolsonaro. Violenze che hanno anche distrutto parte del patrimonio storico del luogo. La sedia apparteneva all'ex sede del Senato di Rio de Janeiro, è solo uno delle decine di pezzi danneggiati.

“La sedia È arrivata in condizioni disastrate. Ora va meglio, ma è ancora tutta danneggiata. Ha gambe e braccioli rotti, compreso un lato dello schienale.", racconta Randall Felix.

I sostenitori dell’ex presidente del Brasile hanno distrutto quello che hanno trovato nella sede presidenziale e nella Corte Suprema, decorata con opere d'arte inestimabili, un atto vandalico per cercare di rovesciare il governo di Luiz Inácio Lula da Silva.

Da quel giorno, numerosi pendenti delle sedi stanno cercando di recuperare le opere, Nel laboratorio del museo della Camera dei deputati si trovano diversi contenitori con frammenti di vasi e altri oggetti distrutti. Randall Felix. La maggior parte di questi oggetti si trovava nella Green Room, dove i legislatori di solito parlano con la stampa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia: muore a 92 anni la stella del cinema Anouk Aimée, protagonista de La dolce vita

Miguel Gomes, "Grand Tour" e il premio per la miglior regia a Cannes: intervista esclusiva

Le migliori cose da fare e vedere (o da vedere) in Europa questa settimana