EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Scandali a corte, intrighi e ricatti: dalla serie tv al grande schermo

Scandali a corte, intrighi e ricatti: dalla serie tv al grande schermo
Diritti d'autore 
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dopo 6 stagioni la serie tv britannica Downtn Abbey diventa un film

PUBBLICITÀ

Downton Abbey, una delle serie tv di maggior successo arriva sul grande schermo. La storia, ambientata in una immaginaria tenuta nella campagna inglese tra il 1912 e il 1926, descrive la vita in una famiglia aristocratica, i Crawley. La serie tv - andata avanti per sei stagioni - vanta il record dello spettacolo internazionale con più nomination agli Emmy Awards - 69 nomination e 15 vittorie - e ora ha la possibilità di correre per un Oscar. La produzione punta sui fedelissimi che la serie è andata creando negli anni.

"Credo proprio che l'attenzione dei nostri fan abbia reso possibile tutto questo. Il nostri pubblico in tutto il mondo si è dimostrato incredibilmente leale. E a ogni intervista ci chiedevano: ma un film quando lo farete? È tempo di un film?", racconta Hugh Bonneville.

"Grande schermo, molta attenzione ai dettagli"

Soddisfatti del risultato anche gli altri attori. "È davvero straordinario vedersi sul grande schermo, in qualche modo penso che la storia sia una storia da grande schermo, con una attenzione ai dettagli. È qualcosa di impeccabile, per questo è straordinario poterlo vedere sul grande schermo", aggiunge Michelle Dockery.

Il passaggio ai cinema rivela non poche cose agli stessi attori della serie. "A casa la serie di solito viene vista da soli, non con un grande pubblico. Per questo entrare in un grande cinema di Londra e vedere il film con un pubblico che ride e applaude, beh, è stato fantastico", dice Jim Carter. "Personalmente credo che si sia stabilita la giusta chimica tra i personaggi e la scrittura, sin dall'inizio, ed è stato grazie a un casting intelligente", spiega Elizabeth McGovern.

Intrighi e scandali a corte

Dietro il successo di pubblico che la serie si è conquistata anche un modo inconsuento di raccontare gli ambienti vicini alla corte, infarciti di scandali, intrighi sentimentali e complotti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

European Film Awards: dominio di "Anatomia di una caduta"

Wim Wenders premiato al Festival Lumière di Lione

L'attore Michael Gambon, Silente in Harry Potter, è morto