EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Google compra Fitbit e sfidare Apple Watch

Google compra Fitbit e sfidare Apple Watch
Diritti d'autore 
Di Debora Gandini
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Google compra Fitbit e sfidare Apple Watch

PUBBLICITÀ

Google si da al fitness. Il colosso di Mountain View ha annunciato sul proprio blog l'acquisizione di Fitbit, leader mondiale nella produzione di dispositivi legati allo sport. Un’acquisizione da 1,9 miliardi di euro.

Tra i prodotti must della Fitbit ci sono i famosi braccialetti, usati ormai da milioni di persone per misurare il numero di passi compiuti ogni giorno. La transazione dovrebbe concludersi nel 2020, spiega Google, che mette in evidenza l'eccellente reputazione di Fitbit, in particolare in termini di protezione dei dati.

Secondo diversi analisti, il valore della società potrebbe risiedere proprio in questi dati sanitari. Del resto Fitbit, già in passato, aveva sollevato problemi di privacy, ma ritiene che Google, sia il partner ideale, grazie alle sue risorse e alla sua piattaforma globale. A nulla è servito il tentativo del partito laburista britannico di chiedere all’autorità della concorrenza del Regno Unito di bloccare l'acquisizione.

Fitbit, leader mondiale del settore, significa anche un ricchissimo patrimonio di Big Data che la società di San Francisco porta con sé. Fondata nel 2007, l'azienda in poco tempo ha aumentato le entrate fino a 1,8 miliardi di dollari. E questo grazie a smartwatch e tracker, che funzionano sia con gli smartphone Android sia con gli iPhone. Acquistando il marchio, Google spera di competere con Apple, leader mondiale nel mercato degli orologi connessi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alphabet Google, lasciano i fondatori Page e Brin

Champagne: vendite in calo per i dazi e la crisi economica, via libera alla raccolta ridotta

Caos informatico: le aziende colpite dal blocco ai sistemi Microsoft