Portogallo, Montenegro verso il governo senza maggioranza parlamentare

Luís Montenegro, leader del centrodestra, è chiamato a formare il governo
Luís Montenegro, leader del centrodestra, è chiamato a formare il governo Diritti d'autore Armando Franca/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Stefania De MicheleEuronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Durante la campagna elettorale, il leader del partito di centrodestra Alleanza Democratica Luis Montenegro aveva escluso più volte un’alleanza con "Chega". Ora dovrà gestire un governo senza maggioranza parlamentare

PUBBLICITÀ

Sono iniziati i lavori del nuovo Parlamento portoghese. 230 deputati sono stati eletti nelle elezioni legislative del 10 marzo scorso. L'Alleanza Democratica (Ad) ha vinto le elezioni ma con un margine estremamente ridotto tra le due forze più votate: è riuscita a eleggere 80 deputati contro i 78 del Partito Socialista. 

Il presidente, Marcelo Rebelo de Sousa, ha chiesto a Luís Montenegro, che guida la coalizione di centrodestra Alleanza democratica, uscita vincitrice dalle elezioni legislative, di formare un governo. Dopo il mancato accordo con l'estrema destra Chega ora Montenegro dovrà gestire un governo senza maggioranza parlamentare. 

Montenegro, leader del Partito Social Democratico, ha annunciato di aver concordato con il Presidente di tornare al Palazzo presidenziale il 28 marzo per presentare la squadra dell'esecutivo. La cerimonia di giuramento si terrà il 2 aprile.

Alleanza Democratica ha ottenuto la maggioranza relativa con il 28,8 per cento dei voti e 80 seggi su 230, contro il 28 per cento e i 78 seggi del Partito socialista. 

Davvero Ad non scenderà a patti con l'estrema destra?

La grande sorpresa di queste elezioni è stata l'ascesa dell'estrema destra in Portogallo.

Il partito nazionalista "Chega!" (Basta), guidato da André Ventura, ha più che raddoppiato i consensi, ottenendo il 18,1 per cento dei voti. 

"Chega!" è passata da dodici a cinquanta che ha più che raddoppiato i consensi ottenendo il 18,1 per cento dei voti. Fondato nel 2019, il partito è passato da dodici a cinquanta seggi.

Il leader di Chega! André Ventura
Il leader di Chega! André VenturaJoao Henriques/Copyright 2024 The AP. All rights reserved

Ma durante la campagna elettorale Montenegro aveva escluso più volte un’alleanza con "Chega!", il che rende difficile avere una maggioranza meno vulnerabile in Parlamento.

"Il governo deve negoziare ogni provvedimento"

Il leader socialista Pedro Nuno Santos, che ha ammesso la sconfitta elettorale, ha anche deciso di non ostacolare la formazione di un governo di minoranza.
Nuno Santos si è riservato la possibilità di votare contro la prossima legge di bilancio: "Il nuovo esecutivo - ha detto - dovrà negoziare ogni provvedimento, come tutti gli esecutivi di minoranza”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Portogallo vira a destra, tra Alleanza Democratica e Socialisti spunta Chega

Pedro Nuno Santos è il nuovo leader dei socialisti in Portogallo, succede a Costa

Portogallo: si insedia il nuovo governo di centrodestra, ma la maggioranza è minima