Austria a caccia di gas: al via le trivellazioni a Molln

impianto a Mollin
impianto a Mollin Diritti d'autore euronews/ORF via EBU
Diritti d'autore euronews/ORF via EBU
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nonostante le proteste, sono state avviate le trivellazioni per la ricerca e i test del pozzo di gas nella Valle di Jaidhaus, in Alta Austria. Il Paese è in cerca di fonti alternative al gas russo, da cui dipende per il 98 per cento

PUBBLICITÀ

Nella Valle di Jaidhaus a Molln, nell'Alta Austria, sono iniziate domenica 25 febbraio le prime trivellazioni dei pozzi di gas della società energetica ADX, molto vicini al Parco Nazionale Kalkalpen. Gli oppositori del progetto sono riusciti a ritardare la perforazione per mesi. Ora le trivellazioni continueranno per sei settimane senza interruzioni. Circa dieci persone lavorano nell'impianto 24 ore su 24.

L'Austria dipende dal gas russo

L'Austria ha bisogno di nuove fonti di gas: negli ultimi due anni il paese non ha diminuito, ma ha aumentato la sua dipendenza dal gas russo, arrivando a dipendere per il 98 per cento da Mosca Il governo di Vienna sta valutando la risoluzione anticipata del contratto con la Russia, ma per farlo occorre trovare fonti alternative affidabili.

Ricerca di nuove fonti di gas in Austria

L'obiettivo della perforazione è raggiungere una profondità di 1.900 metri per esplorare le formazioni geologiche e testare il flusso di gas. 1.500 sensori nella struttura monitorano ciò che sta accadendo, registrando e fornendo costantemente dati. Tuttavia, anche se le analisi dei dati si basano su elevate riserve di gas, rimane un rischio residuo sulla reale scoperta di gas. Questo perché si tratta di un pozzo di esplorazione.

L'impianto di perforazione ha superato tutti i test di sicurezza e di ispezione ed è quindi pronto per l'uso. I lavori di perforazione e di test sono stati autorizzati fino alla fine di marzo. Gli oppositori delle trivellazioni continuano a manifestare con striscioni davanti al Centro del Parco Nazionale Kalkalpen a Molln.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Austria, i piani del governo per utilizzare gas russo

L'Ue sta abbandonando il gas russo, nonostante l'aumento di importazioni di GNL

Berlino punta sull'energia geotermica. Una fonte green per non dipendere dal gas russo