Ucraina, grave carenza di munizioni: l'esercito di Kiev costretto a dosare i colpi

Artiglieria ucraina
Artiglieria ucraina Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La situazione in Ucraina è sempre più disperata per via della grave carenza di munizioni. Kiev è costretta a dosare i colpi contro la Russia e in molte aree del fronte non riesce più a colpire obiettivi a lungo raggio. Ora Mosca sta cambiando tattica per sfruttare la situazione a proprio vantaggio

PUBBLICITÀ

La carenza di munizioni dell'esercito ucraino è sempre più grave e minaccia di far precipitare la situazione sulla linea del fronte, sotto l'assalto incessante dell'artiglieria russa.

Le forze ucraine si sono ritirate dalla città di Avdiivka e l'amministrazione Biden ha collegato la perdita della città all'inazione del Congresso sui 60 miliardi di dollari di aiuti militari all'Ucraina. 

Usare le munizioni solo quando necessario

I soldati ucraini posizionati ad Avdiivka hanno dichiarato che prima della caduta della città la Russia aveva cambiato tattica per sfruttare la grave carenza di munizioni. Invece di inviare colonne di veicoli armati, le forze di Mosca hanno iniziato a inviare ondate di piccoli gruppi di fanteria per impegnare le forze ucraine da vicino. Ciò significa che le forze ucraine hanno dovuto usare cinque volte più munizioni per rallentare l'avanzata.

Nel tentativo di risparmiare sulle munizioni, i leader militari hanno ordinato alle unità di sparare solo contro obiettivi precisi. Ma i comandanti sul campo dicono che questo è a malapena sufficiente a contenere il nemico, meglio rifornito. Ancora peggio, l'Ucraina perde combattenti perché non può fornire alla fanteria un fuoco di copertura.

Situazione grave a Kupiansk e Zaporizhzhia

La linea di Kupiansk, nel nord-est dell'Ucraina, è molto fragile. Da mesi la Russia sta intensificando gli attacchi in questa direzione nel tentativo di riconquistare l'importante snodo logistico che aveva perso nell'autunno del 2022.

Nella regione di Zaporizhzhia dove la Russia sta attaccando pesantemente, i soldati usano con parsimonia le poche munizioni a loro disposizione. Dalla sua postazione, il comandante dell'artiglieria Oleksandr guarda le immagini in diretta di un drone. Lascia passare un solo veicolo blindato russo senza attaccarlo: "Se non ci sono obiettivi reali, non sparo. In questo modo avremo più munizioni domani", dice Oleksandr, che ha preferito venisse usato solo il nome di battesimo.

Impossibile per l'Ucraina colpire obiettivi russi a lungo raggio

In particolare, la diminuzione delle forniture di artiglieria a lungo raggio dagli alleati impedisce alle forze ucraine di colpire importanti obiettivi in profondità dietro le linee russe, dove si accumulano attrezzature pesanti e militari. L'esercito ucraino spesso utilizza ancora la vecchia artiglieria sovietica. 

Un ufficiale di brigata che vuole rimanere anonimo è preoccupato per la mancanza di sostegno finanziario statunitense. "Quei soldi sono destinati alla produzione di proiettili Nato per noi. Ma sfortunatamente, la produzione procede molto lentamente. Paghiamo questo ritardo e la diminuzione degli aiuti con le vite dei nostri soldati".

Per settimane, le forze ucraine in prima linea hanno lamentato una carenza critica di munizioni, con alcune batterie di artiglieria che combattono con solo il 10 per cento delle scorte necessarie.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina orientale: la vita tra bombe, aiuti umanitari e disperazione

Gli eurodeputati chiedono di sequestrare i beni russi congelati

Ucraina, "presto aiuti dagli Usa" dice Biden inclusi gli Atacms: colpita torre tv di Kharkiv