Uccisa al parco, presidio di donne per il processo di appello

In aula l'imputato fa dichiarazioni: "Chiedo perdono"
In aula l'imputato fa dichiarazioni: "Chiedo perdono"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 22 NOV - "Giustizia per Juana Cecilia" su uno striscione e un presidio di donne davanti alla Corte di Appello di Bologna in occasione del processo per il femminicidio di Juana Cecilia Hazana Loayza, peruviana assassinata da Miro Genco, nella notte tra il 19 e il 20 novembre 2021 in un parco di Reggio Emilia. In primo grado l'imputato era stato condannato a 29 anni e tre mesi, per omicidio volontario e violenza sessuale. L'udienza, davanti alla Corte di assise di Appello, prende il via alle 13. Davanti al palazzo di Giustizia le attiviste di Nonunadimeno rivolgono un appello agli operatori della giustizia per una maggiore sensibilità verso questi casi e denunciano la società patriarcale. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Caccia, procedura d'infrazione contro l'Italia: le posizioni di cacciatori e animalisti

Gaza: Netanyahu presenta piano post-guerra, colloqui per una possibile tregua a Parigi

Morte di Navalny: sanzioni Usa contro 500 obiettivi in Russia, Biden incontra moglie e figlia