A Roma e Sassari sequestri per 5 milioni a imprenditore

Attivo in settore costruzioni, ristorazione,rivendita auto lusso
Attivo in settore costruzioni, ristorazione,rivendita auto lusso
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 07 NOV - Gli agenti della polizia della divisione anticrimine della Questura di Roma stanno eseguendo nella capitale, in zona Infernetto e a Santa Teresa di Gallura (Sassari), un sequestro finalizzato alla confisca emesso ai sensi della normative antimafia. Il provvedimento riguarda beni per un valore complessivo di oltre cinque milioni di euro riconducibili ad un imprenditore già attivo nel settore delle costruzioni ed ora operante, attraverso familiari prestanome, nel settore della ristorazione, in quello immobiliare e nella rivendita di veicoli luxury. I sequestri riguardano beni riconducibili all'imprenditore Davide Maria Boncompagni. Quest'ultimo è stato coinvolto in due operazioni del 2015 delle Procure di Reggio Calabria e Roma e che hanno riguardato le 'ndrine Alvaro, Brandimarte, Pesce e Bellocco. In particolare gli inquirenti hanno accertato che Boncompagni ha favorito la latitanza di un esponente della cosca Alvaro ospitandolo nella sua abitazione. "Il Tribunale - spiega una nota - ha accolto pienamente l'analisi investigativa ed economico patrimoniale, ritenendo che l'agire complessivo dell'indagato, con il favoreggiamento della latitanza di un esponente della 'ndrina Alvaro, la partecipazione all'importazione di un ingente carico di cocaina per conto della stessa, l' organizzazione dell'incontro con i trafficanti che si sarebbe dovuto tenere presso il cantiere edile a lui riconducibile, fosse funzionale agli interessi della struttura criminale e, pertanto, lo ha considerato socialmente pericoloso". La polizia ha proceduto al sequestro di quattro società di capitali e relativi complessi aziendali operanti a Ostia nei settori della ristorazione, immobiliare e commercio di veicoli luxury; nove immobili, di cui uno Santa Teresa di Gallura (Sassari) e le altre a Roma, comprendenti anche una villa con piscina e un maneggio. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco