Il Papa, il titolo della prossima esortazione è 'Laudate Deum'

Sarà pubblicata il 4 ottobre, giorno di San Francesco
Sarà pubblicata il 4 ottobre, giorno di San Francesco
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 25 SET - Il titolo della prossima Esortazione apostolica di Papa Francesco sarà "Laudate Deum". Lo ha annunciato lo stesso Pontefice rivolgendosi (lo scorso giovedì 21 settembre ma la notizia è diffusa oggi da Vatican News) ai partecipanti ad un incontro di rettori di università latinoamericane con i quali ha riflettuto su vari temi come le migrazioni, il cambiamento climatico e l'esclusione. Parlando delle varie questioni sollevate dagli educatori, tra cui il cambiamento climatico, le migrazioni, la cultura dello scarto, il Papa li ha esortati a essere creativi nella formazione dei giovani a partire dalle realtà e dalle sfide di oggi. I rettori hanno posto al Papa domande sui temi dell'ambiente e del clima alle quali ha risposto sottolineando la deplorevole "cultura dell'usa e getta o cultura dell'abbandono". Ha spiegato che si tratta di "una cultura dell'uso improprio delle risorse naturali, che non accompagna la natura a un pieno sviluppo e non la lascia vivere. Questa cultura dell'abbandono - ha affermato - danneggia tutti noi". Nella sua riflessione, il Papa ha anche annunciato il nome della sua prossima Esortazione apostolica: Laudate Deum, che sarà pubblicata nel giorno della festa di San Francesco d'Assisi, il 4 ottobre: "uno sguardo a quello che è successo e dire cosa bisogna fare", ha detto. La nuova esortazione riprenderà i temi della "Laudato si'" pubblicata nel 2015. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania: manifestazioni pro Ucraina a due anni dall'invasione russa

I green di Casablanca: un paradiso del golf dal tocco culturale

In Russia screditare l'esercito non si può, due anni e mezzo di carcere all'attivista Oleg Orlov