EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Zelensky negli Usa per fare pressione sugli alleati e ottenere nuovi aiuti

Zelensky preoccupato per il sostegno vacillante al Congresso americano
Zelensky preoccupato per il sostegno vacillante al Congresso americano Diritti d'autore AFP
Diritti d'autore AFP
Di Gianluca Martucci
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il capo dello Stato ucraino raggiungerà gli altri leader all'Assemblea generale dell'Onu. E cresce la sua preoccupazione sul fronte meno compatto al Congresso statunitense

PUBBLICITÀ

Nella sua seconda visita ufficiale negli Stati Uniti dall'inizio della guerra il presidente ucraino Volodymyr Zelensky farà il punto con il presidente Usa Joe Biden sul futuro del sostegno militare a stelle e strisce per la controffensiva ucraina contro l'invasione russa.

La presenza del capo dello Stato ucraino negli Stati Uniti avviene in concomitanza con la riunione dei leader dell'Onu all'Assemblea generale in corso dal 20 al 24 settembre. Atteso per giovedì 21 settembre l'intervento di Zelensky davanti agli altri leader di Stato e di governo sarà finalizzato ad allargare il supporto a Kiev della comunità internazionale.

Ma la preoccupazione principale per l'ucraino si concentra sulla compattezza del Congresso americano nel fornire altri aiuti militari al Paese occupato. Ad agosto la Casa Bianca ha chiesto al Congresso di approvare un nuovo pacchetto da 24 miliardi di euro.  Il tempo stringe in vista della scadenza dell'anno fiscale del 30 settembre. 

Con le elezioni del 2024 che si avvicinano, lo spazio per il sostegno incrollabile è sempre più ristretto. Il fronte repubblicano è sempre meno coeso e l'ex presidente Donald Trump, candidato a succedere a Biden, ha suggerito di impiegare le risorse per le questioni interne. Gli Stati Uniti hanno fornito 43 miliardi di dollari in assistenza alla sicurezza finora.

Altri membri del partito, tra cui il senatore Mitch McConnell, leader del partito al Senato, sostengono l'assistenza al Paese invaso. "Siamo fiduciosi che ci sarà un sostegno bipartisan", si è augurato, giudicando la visita di Zelensky come un'occasione per l'ucraino di "dare slancio" alle nuove iniziative a favore di Kiev.

Il dibattito sul supporto all'Ucraina negli Usa è stato smorzato anche dalla controffensiva poco incisiva.

Nella sua prima visita a Washington a dicembre 2022 Zelensky parlò anche a una sessione congiunta del Congresso degli Stati Uniti. Questa volta l'incontro si limiterà solo ad alcuni legislatori.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Biden al mondo: 'Uniti contro la Russia o nessuno si sentirà più al sicuro'

Stati Uniti: tributi dall'Europa per Biden dopo il ritiro dalla corsa alla presidenza

Trump tesse le lodi di Putin, Xi e Orbán, sull'attentato: "Ho preso un proiettile per la democrazia"