EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Biden al mondo: 'Uniti contro la Russia o nessuno si sentirà più al sicuro'

Un momento dell'intervento del Presidente americano Joe Biden
Un momento dell'intervento del Presidente americano Joe Biden Diritti d'autore Susan Walsh/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Susan Walsh/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Per il Presidente degli Stati Uniti 'nessun paese potrà sentirsi più al sicuro se permetteremo alla Russia di smembrare l'Ucraina'. Zelensky presente alla 78esima assemblea Onu. Atteso anche l'intervento di Giorgia Meloni sull'emergenza migranti

PUBBLICITÀ

Il Presidente degli Stati Uniti ha invitato i leader mondiali a opporsi a quella che ha definito "aggressione russa" e a continuare a sostenere l'Ucraina. Parlando all'Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, ha affermato che se l'invasione russa non sarà contrastata dalla comunità mondiale, la sovranità di nessuna nazione potrà dirsi al sicuro.

La Russia crede che il mondo si stancherà e le permetterà di brutalizzare l'Ucraina senza conseguenze. Ma io vi chiedo questo: se abbandoniamo i principi fondamentali degli Stati Uniti per placare un aggressore, quale Stato membro di questo organismo potrà sentirsi sicuro di essere protetto? Se permettiamo che l'Ucraina venga fatta a pezzi, l'indipendenza di qualsiasi nazione è sicura? Con tutto il rispetto, direi che la risposta è 'no'.
Joe Biden
Presidente degli Stati Uniti

Il Segretario Generale dell'ONU Antonio Guterres ha ricordato nel suo intervento quali sono le altre sfide urgenti per l'umanità: 

"Il nostro mondo è scardinato. Le tensioni geopolitiche aumentano. Le sfide globali si moltiplicano. E noi sembriamo incapaci di unirci per rispondere. Affrontiamo una serie di minacce esistenziali, dalla crisi climatica alle tecnologie dirompenti, e lo facciamo in un momento di transizione caotica".

La 78esima assemblea generale

L'Assemblea generale dell'ONU di quest'anno - la 78esima dell' organismo mondiale - durerà fino al 26 settembre. Tanti i temi sul piatto, dalla guerra in Ucraina all'emergenza migranti e ancorale sfide alla povertà e ai cambiamenti climatici.  E poi, il primo attesissimo intervento del presidente ucraino Volodymr Zelensky per lanciare un nuovo appello a sostenere Kiev e a cercare una "pace giusta”. Nella platea del Palazzo di vetro spicca l'assenza di molti leader, su tutti Macron e Sunak.

Giorgia Meloni e l'emergenza migranti

Anche Giorgia Meloni è arrivata a New York per prendere parte ai lavori della 78esima Assemblea generale delle Nazioni Unite: porterà sotto i riflettori la questione migranti.

Nel suo primo intervento  Meloni chiederà che l’Italia non venga lasciata sola a gestire l'emergenza, sottolineando che e l’aiuto dell’Europa non basta: è il senso del suo intervento, in cui ribadirà anche il sostegno fermo all’Ucraina e il lavoro necessario e senza tregua per una “pace giusta”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Zelensky negli Usa per fare pressione sugli alleati e ottenere nuovi aiuti

I migranti mandano in crisi il governo Meloni, record di arrivi in Italia

Giorgia Meloni alla Casa Bianca per incontrare Joe Biden: commercio globale, Cina e Ucraina i temi