Ragazzino annega in lago Garda, due coetanei si salvano

Si erano tuffati in una zona interdetta alla balneazione
Si erano tuffati in una zona interdetta alla balneazione
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PESCHIERA DEL GARDA, 11 SET - Un ragazzino straniero dell'apparente età di 10 anni è morto annegato a Peschiera del Garda (Verona) dopo essersi tuffato nel lago dal ponte San Giovanni con altri due amici che invece sono riusciti a trarsi in salvo. Il corpo del ragazzino è stato recuperato dai vigili del fuoco, accorsi con i sommozzatori di Venezia e con i sanitari del 118 che hanno tentato inutilmente di rianimarlo: era rimasto troppo tempo esanime in acqua e non c'è stato nulla da fare. Secondo le prime informazioni raccolte, i ragazzini si sono tuffati dal ponte, in una zona nella quale è vietata la balneazione, proprio dove durante l'estate la Polizia locale ha rilevato molte infrazioni al divieto, comminando numerose multe, in particolare nei confronti di giovani arrivati a Peschiera dai comuni vicini. Si sarebbe trattata di una tragica bravata, dal ponte più vicino all'area del porto, ma la vittima - forse non esperto nuotatore -, non è più riuscita a risalire a riva. In quel punto l'acqua è profonda circa due metri e mezzo. Gli altri due, invece, si sono portati in salvo, ma ora sono sotto choc per la sorte del loro amico. Indaga la squadra nautica della Polizia di Stato. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Agricoltori: tensione a Parigi, Macron costretto a un incontro con pochi manifestanti

Gaza: l'Unrwa cessa le attività nel nord della Striscia, rifiutato il piano di Netanyahu

Ucraina: Meloni e von der Leyen a Kiev per il G7, il primo sotto la presidenza dell'Italia