EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Ucraina, quattro persone uccise nell'attacco di un drone russo che ha colpito una scuola a Romny

Image
Image Diritti d'autore AP/Sirena telegram channel
Diritti d'autore AP/Sirena telegram channel
Di Euronews Digital
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'Esercito ucraino afferma di essere riuscito a distruggere uno dei principali sistemi di difesa missilistica russa S-400 in Crimea

PUBBLICITÀ

Sono quattro le persone uccise nell'attacco di un drone russo che ha colpito una scuola nella città di Romny, nella regione nord-orientale di Sumy.

L'edificio è stato distrutto, ma il ministero della Difesa russo non dà notizia di questi attacchi nel suo rituale bollettino.

L'Esercito ucraino afferma di essere riuscito a distruggere uno dei principali sistemi di difesa missilistica russa S-400 in Crimea, definendolo un duro colpo per le Forze russe nel mezzo delle operazioni di controffensiva in corso.

Morti anche a Donetsk

Ma le brutte notizie non finiscono qui: infatti, almeno cinque persone sono state uccise e altre tre ferite a causa dei bombardamenti russi sulla regione ucraina di Donetsk, secondo quanto riferito dall'amministrazione militare della regione. 

Secondo i funzionari di Kiev, nella regione vivono ancora quasi mezzo milione di persone mentre si continua con le evacuazioni. 

Un attacco con droni di tre ore, secondo quanto dichiarato dal governatore della regione di Odessa, Oleg Kiper, ha danneggiato diverse infrastrutture cerealicole nell'area meridionale della regione. 

Su Telegram, Kiper ha scritto che "granai, complessi produttivi e di trasbordo" sono stati colpiti senza causare vittime e che è scoppiato un incendio in un'area di 700 metri quadri, poi contenuto. 

Il vice ministro della Difesa ha dichiarato che le Forze ucraine hanno riconquistato una parte del territorio orientale intorno alla città di Bakhmut, devastata dalla guerra, ma non hanno fatto grandi progressi sul fronte meridionale. 

L'Esercito russo rivendica  invece un "miglioramento" della posizione del fronte nella regione di Kharkiv. 

Nel frattempo sono state rese note le responsabilità degli attacchi ucraini in territorio russo: i media ucraini hanno confermato che sono stati alcuni sabotatori ucraini, coordinati dall'intelligence militare di Kiev, a effettuare gli attacchi con droni che durante il fine settimana hanno colpito una base aerea nel profondo della Russia, distruggendo un bombardiere strategico supersonico. 

Il fronte diplomatico

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky torna in patria soddisfatto, "con un nuovo sostegno politico e nuovi accordi". 

Zelensky ha concluso il suo viaggio in Europa con la promessa di ricevere caccia F-16 da Danimarca e Paesi Bassi e un rinnovato sostegno internazionale, espresso durante il vertice Ucraina-Balcani tenutosi ad Atene. 

Dieci Paesi balcanici ed europei hanno firmato una dichiarazione congiunta per esprimere il loro sostegno a Kiev: a margine del vertice, il presidente serbo Aleksandar Vucic ha dichiarato che il suo Paese - che da tempo cerca di mantenere una linea di confine tra i suoi legami storici con la Russia e un potenziale futuro di maggiore integrazione europea - rispetta l'integrità territoriale dell'Ucraina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: almeno 9 morti e 29 feriti nel raid russo a Kryvyj Rih, la città di Zelensky

Ucraina: gli attacchi di Mosca nella settimana delle conferenze di ricostruzione e pace

Guerra in Ucraina, Kiev: "Distrutto per la prima volta un caccia Su-57 russo"