Migranti: Sea Watch viola indicazioni, ispezione a Lampedusa

Polizia sale a bordo dell'imbarcazione Aurora della Ong
Polizia sale a bordo dell'imbarcazione Aurora della Ong
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) – ROMA, 20 AGO – I militari della Guardia costiera di
Lampedusa, assieme ai poliziotti della Squadra Mobile e della
Digos della Questura di Agrigento, sono saliti a bordo della
nave Aurora della ong Sea Watch. E’ in corso un’ispezione a
bordo dell’imbarcazione che, ieri, violando le direttive
ricevute (gli era stato assegnato Trapani quale “porto sicuro”)
ha fatto rotta verso Lampedusa dove ha sbarcato i 72 migranti
che aveva a bordo. “Non avevamo scelta. Salvaguardare le persone è la nostra
priorità e Trapani non è mai stata un’opzione praticabile”,
avevano scritto, su Twitter, dalla nave Sea Watch che aveva
chiesto un porto più vicino rispetto a Trapani. “Lampedusa è
quattro volte più vicina all’area operativa” e, a dire della
Ong, l’imbarcazione di 14,5 metri aveva “scorte d’acqua ormai
limitate” e “Trapani era irraggiungibile perché l’Aurora finisce
lentamente il carburante a causa della lunghezza del
dispiegamento”. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Papa inaugura il Sinodo per una Chiesa misericordiosa

Le forze russe combattute tra contrattaccare e ripiegare

Scattano le indagini per le cause del disastro del bus a Mestre