EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Commando sparò e ferì un uomo in auto, fermati due fratelli

Bloccati in un'abitazione in Brianza, prima circondata dai CC
Bloccati in un'abitazione in Brianza, prima circondata dai CC
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MONZA, 15 LUG - Due fratelli di 28 e 48 anni, residenti in Brianza, entrambi commercianti di materiali ferrosi, sono stati fermati per il tentato omicidio di un 56enne che era a bordo di Fiat Punto con i figli, di 29 e 32 anni, ed era rimasto ferito alla schiena dopo che da un furgone che lo aveva inseguito era stati esplosa una decina di colpi d'arma da fuoco, l'11 luglio a Seregno, in Brianza. Il fermo è stato disposto dalla Procura di Monza dopo le indagini dei carabinieri della Compagnia di Seregno con quelli Nucleo investigativo del Comando provinciale di Monza Brianza. I due, pregiudicati, di origini calabresi come il ferito sono accusati anche di porto illegale di arma da sparo in luogo pubblico. A bordo di un furgone Iveco Daily lanciato ad alta velocità nel centro cittadino, i due avevano esploso una decina di colpi d'arma da fuoco contro l'auto dell'uomo, ferendolo. Il fermo è stato disposto perché era emerso un piano di fuga degli indagati, rintracciati a Cesano Maderno nell'abitazione di una conoscente. La casa è stata circondata da 22 militari che hanno fatto irruzione. Nell'abitazione sono stati trovati quasi 8mila euro in contanti che probabilmente sarebbero dovuti servire per la fuga. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni Europee 2024, dibattito candidati leader su bilancio, difesa comune e commercio con la Cina

Mandati d'arresto per Netanyahu e Gallant, l'Unione europea si divide

Israele sequestra attrezzatura Ap e blocca diretta su Gaza: ha usato la legge anti Al Jazeera