EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Oltre 700 arresti nella quinta notte di violenze. Darmanin: "Notte più calma delle precedenti"

Parigi, 1.7.2023
Parigi, 1.7.2023 Diritti d'autore Christophe Ena/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Christophe Ena/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Continuano le proteste soprattutto a Parigi, Marsiglia, Lione e Grenoble. Oltre 700 manifestanti sono stati fermati. "Notte più calma delle precedenti", secondo il ministro dell'Interno francese Gérald Darmanin. Ma il presidente Emmanuel Macron ha dovuto rinviare una visita di Stato in Germania

PUBBLICITÀ

Continuano senza sosta le proteste in Francia. Nella sera di sabato - quinta notte di proteste -719 persone sono state arrestate o fermate, secondo il bilancio fornito dal Ministero dell'Interno.

Nell'incidente più grave, i rivoltosi hanno distrutto e poi dato fuoco alla casa di Vincent Jeanbrun, sindaco di L'Haÿ-les-Roses, a 15 km a sud di Parigi, mentre lavorava fino in tarda sera in municipio.

La moglie e uno dei due figli sono rimasti feriti durante la fuga. È stata aperta un'indagine penale.

Durante le manifestazioni di sabato sera 45 poliziotti feriti, 871 incendi appiccati nelle strade pubbliche, di cui 74 a edifici, mentre 577 le automobili incendiate dai manifestanti. 

Secondo le forze dell'ordine, l'età media dei fermati e degli arrestati, in questi giorni, è molto bassa: 17 anni. La stessa età di Nahel, il ragazzo ucciso da un agente di polizia con un colpo di pistola da distanza ravvicinata. 

Gli scontri si stanno concentrando nei banlieue parigini, dove si stanno "spostando" anche i manifestanti di altre zone della Francia. 

La massiccia presenza di polizia ha contribuito a tenere sotto controllo la violenza, ha dichiarato il ministro dell'Interno Gerald Darmanin. In un tweet ha detto "è stata una notte più calma"

In tutta la Francia, oltre 45.000 - praticamente un esercito - agenti sono stati nuovamente mobilitati per sedare gli atti di vandalismo, in particolare nella capitale, con 7.000 poliziotti e gendarmi.

In alcune città, sabato, le metropolitane sono state chiuse e i servizi di trasporto pubblici sono stati interrotti già alle ore 20.

I disordini in Francia hanno contagiato anche la Svizzera.
A Losanna, violenze urbane e saccheggi si sono verificati nel quartiere Flon. Sono stati danneggiati e saccheggiati un negozio della Fnac e un negozio di scarpe.
Circa 200 persone hanno poi affrontato le forze di polizia giunte sul posto in assetto antisommossa. 

Christophe Ena/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Parigi, 1.7.2023.Christophe Ena/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.

Il governo francese - in special modo il ministro dell'Economia, Bruno Lamaire - ha fatto appello alle compagnie di assicurazione per facilitare gli aiuti alle attività colpite dagli atti di vandalismo.

L'esecutivo non è ancora riuscito a fermare la violenza.
Il presidente Emmanuel Macron ha annullato una visita di Stato in Germania. L'opposizione comincia a dividersi e crescono le critiche al partito di sinistra "France Insoumise" e al suo leader Jean-Luc Mélenchon per non aver condannato adeguatamente i disordini, dopo la morte di Nahel, 17 anni, i cui funerali si sono svolti sabato a Nanterre.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La morte di Nahel: quarta notte di disordini in Francia. Violenze in molte città

Nuova Caledonia: sesta vittima durante le proteste, perché Parigi accusa l'Azerbaijan

Francia: molotov contro sinagoga a Rouen, ucciso attentatore: "Atto antisemita" dice Darmanin