EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Olga Stefanishyna: "Nato e Ue, l'Ucraina è pronta"

Da un anno l'Ucraina è formalmente candidata all'ingresso nell'Unione Europea
Da un anno l'Ucraina è formalmente candidata all'ingresso nell'Unione Europea Diritti d'autore AP/Ukrainian Presidential Press Office
Diritti d'autore AP/Ukrainian Presidential Press Office
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Integrazione nell'Unione Europea e adesione alla Nato: intervista alla vice prima ministra dell'Ucraina, Olga Stefanishyna

PUBBLICITÀ

È passato un anno da quando l'Unione europea ha concesso all'Ucraina lo status di Paese candidato all'adesione. Si è trattato di un momento simbolico e, a quattro mesi dall'invasione russa, di una spinta per il morale della nazione.

"L'Ucraina non deluderà i suoi partner"

Euronews ha intervistato Olga Stefanishyna, vice prima ministra dell'Ucraina a proposito del processo di integrazione nell'Unione europea. Ma un anno fa nessuno pensava che la guerra si sarebbe trascinata così a lungo e il calendario iniziale potrebbe essere oggi rivisto. L'esponente politica ucraina ha dichiarato di auspicare che i negoziati possano iniziare quest'anno.

"Il lavoro - ha spiegato Stefanishyna - è stato avviato e alcune decisioni saranno tecnicamente adottate solo nei prossimi mesi. Penso che le possibilità di decisioni politiche siano davvero alte, perché non c'è un solo segno che possa lasciare intendere che l'Ucraina non sia impegnata o che possa in qualche modo deludere i suoi partner in questo senso".

L'Ucraina attende il vertice Nato di Vilnius

L'Ucraina spera anche di entrare nella Nato e si aspetta molto dal vertice che si terrà a luglio a Vilnius, in Lituania, dove si discuterà proprio dell'adesione di Kiev. I leader dell'Alleanza atlantica hanno tuttavia escluso che una decisione possa essere presa durante il summit.

"Abbiamo bisogno - ha aggiunto la vice prima ministra - di preservare questa unità e questa chiarezza strategica per l'Ucraina e per il nostro popolo. Potete stare certi che tutto ciò che dopo il vertice di Vilnius non si potrà pensare che l'Ucraina sia impreparata. L'Ucraina è pronta. Sarebbe un segnale se il mondo democratico fosse pronto a prendere una decisione".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Svezia alleata a pieno titolo": Macron e Stoltenberg si preparano al vertice di Vilnius

Russia, gli indecifrabili scenari dopo la ribellione del battaglione Wagner

Ucraina, Prigozhin accusa le truppe russe di aver bombardato i combattenti della Wagner