EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Busia, 'sindaci non sono corrotti ma eroi, Anac li ammira'

Presidente Anac: 'Senza gare si penalizzano le imprese migliori'
Presidente Anac: 'Senza gare si penalizzano le imprese migliori'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - "Amministratori corrotti? No, nel modo più assoluto. I sindaci, soprattutto nei piccoli comuni, oggi sono degli eroi. Svolgono una funzione essenziale, importantissima, pagati pochissimo e si assumono grandi responsabilità". Così il Presidente di Anac Giuseppe Busìa intervistato su La Sette. "Verso i sindaci Anac nutre solo ammirazione", ha aggiunto sottolineando poi che "controllabilità e trasparenza si possono conciliare" e che fare le gare per gli appalti "in sé non è il grosso del tempo che si spende. Se non si fa neanche un avviso le imprese migliori sono penalizzate", e sono quelle "incapaci" a "provocare ritardi". "Verso i sindaci - ha detto Busia - Anac nutre solo ammirazione, come pure verso i funzionari pubblici. Sono persone nella stragrande maggioranza che servono l'istituzione e lavorano per fare bene. La fiducia che Anac dà ai sindaci è piena. Non solo. Anac si affianca alle amministrazioni che stipulano con noi un protocollo d'intesa, e le aiutiamo controllando gli atti prima e durante la gara, per ridurre il contenzioso". A proposito della criminalità negli appalti, Busia ha sottolineato che "purtroppo ci sono settori in cui la criminalità è presente. Dovendo spendere grandi risorse in tempi stretti, i rischi sono alti". A suo avviso, però, "controllabilità e trasparenza si possono conciliare con la rapidità del fare, attraverso il digitale. Non si perde tempo. La gara in sé non è il grosso del tempo che si spende. Se non si fa neanche un avviso le imprese migliori sono penalizzate. E se si scelgono imprese incapaci, sono queste a provocare ritardi", ha concluso Busia le cui dichiarazioni critiche sul nuovo codice degli appalti, nella parte in cui consente ai sindaci di non fare gare, hanno suscitato polemiche - ma anche apprezzamenti, ad esempio dai sindacati Cgil e Uil - e anche la richiesta di dimissioni da parte della Lega. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Roma: scavi fino a 85 metri per il prolungamento della metropolitana C

Spagna: crolla la terrazza di un ristorante a Maiorca, morti e feriti

Elezioni europee: von der Leyen apre a un accordo con Meloni