EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Dilapida 600mila euro di una parente 90enne, eredi la denunciano

Indagata per circonvenzione, alla morte il patrimonio azzerato
Indagata per circonvenzione, alla morte il patrimonio azzerato
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BETTONA (PERUGIA), 23 MAR - E' accusata di avere dilapidato quasi tutto il patrimonio, stimato inizialmente in circa 600 mila euro, di una lontana parente che le era stata affidata, una donna denunciata a piede libero dai carabinieri di Bettona, in provincia di Perugia, per circonvenzione di incapace. Secondo la ricostruzione dei militari, la novantenne, vedova e senza figli, aveva messo da parte negli anni una considerevole somma di denaro per fare fronte alle spese della vecchiaia e da lasciare poi in eredità. La sorella, di due anni più giovane, non riusciva però più a far fronte alla sua gestione e si era rivolta ad una lontana parente, anche questa di Bettona, la quale era riuscita a farsi conferire una procura notarile per operare sul conto corrente dell'anziana. In base alle indagini nel tempo la denunciata era così riuscita a spendere quasi tutto il patrimonio e a vendere un appartamento ad un prestanome non potendoselo intestare direttamente. Dopo il decesso dell'anziana, è emerso che l'eredità era passata da circa 600.000 euro a quasi nulla. Gli eredi, disperati, si sono quindi rivolti ai carabinieri della stazione di Bettona. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 18 giugno - Serale

Gli europei di calcio non faranno uscire l'economia tedesca da anni di stagnazione

Olimpiadi Parigi 2024: le misure di sicurezza per la cerimonia di apertura dei Giochi