Oscar, il trionfo di "Everything Everywhere All at Once"

Il palcoscenico del Dolby Theatre di Los Angeles
Il palcoscenico del Dolby Theatre di Los Angeles Diritti d'autore PATRICK T. FALLON/AFP or licensors
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"Everything Everywhere All at Once" ha ottenuto ben sette statutette, su un totale di undici nomination, dominando la notte degli Oscar

PUBBLICITÀ

Alla notte degli Oscar è stato il trionfo di "Everything Everywhere All at Once". L'opera di Daniel Kwan e Daniel Scheinert ha ottenuto ben sette statuette sulle undici nomination con la quale si era presentata a Los Angeles, compresa quella per il miglior film.

Si tratta di una pellicola d'avventura, azione e fantascienza, condita da un dramma familiare, che - tra le altre cose - investe i demi dei diritti Lgbt, con protagonista una donna sino-americana (Michelle Yeoh). Il film tornerà nei cinema da domani, distribuito da I Wonder Pictures. 

Cinque Oscar per "Niente di nuovo sul fronte occidentale"

"Per tutti i ragazzi e le ragazze che mi somigliano, questo è un momento di speranza. È la prova che i sogni si possono avverare", ha commentato Yeoh.

Il secondo vincitore della serata al Dolby Theatre di Los Angeles è "Niente di nuovo sul fronte occidentale", tratto dall'omonimo romanzo di guerra di Erich Maria Remarque, e che racconta il dramma psicologico subito dai soldati chiamati alle armi e il loro distacco dalla vita civile e sociale una volta tornati alla normalità. La pellicola, diretta da Edward Berger, ha ottenuto cinque Oscar su nove nomination.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Morto l'attore Tom Wilkinson, noto per Full Monty e Michael Clayton

Oscar 2023: 11 nomination per la commedia "Everything Everywhere All At Once"

Golden Globe 2023, la serata delle stelle in vista degli Oscar