Gen. Luzi, carabinieri uno scudo ma anche un collante sociale

Tour tra Napoli, Caserta e Caivano del comandante generale
Tour tra Napoli, Caserta e Caivano del comandante generale
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) – NAPOLI, 24 FEB – “Non siete solo uno scudo contro la
criminalità, ma un collante sociale… la gente ci guarda come
un riferimento. Fate in modo che il vostro prestigio sia
alimentato nel tempo, specie in uno scenario incerto dove domina
preoccupazione e timore per il futuro”. Lo ha detto il
comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, generale di corpo
d’armata Teo Luzi che oggi, accompagnato dal comandante
interregionale “Ogaden”, generale di corpo d’armata Andrea
Rispoli, si è recato in visita istituzionale alla Scuola
Militare Nunziatella di Napoli (dove ad accoglierlo ha trovato
il comandante del “Rosso Maniero” colonnello Giuseppe Stellato),
nella sede del Comando Provinciale Carabinieri di Caserta (dove
è stato ricevuto dal comandante, colonello Manuel Scarso) e poi,
prima di rientrare a Roma, nella neo-istituita Compagnia
Carabinieri di Caivano, dove a fare gli onori di casa è stato il
capitano Antonio Maria Cavallo.
Nella sua ultima tappa, il generale Luzi ha ricordato ai
carabinieri della neonata compagnia “il ruolo di scudo
protettivo” che ricoprono nei confronti della collettività.
“Offrite – ha sottolineato – con la vostra presenza, specie in
realtà difficili come questa, un’avamposto di legalità. Un
compito di rassicurazione sociale”, ha poi aggiunto.
Presente a Caivano, anche una delegazione di insegnanti e
studenti dell’Istituto Superiore “Francesco Morano”, in prima
linea, insieme all’Arma, nell’affermazione sul territorio dei
princìpi di legalità. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attacco ucraino a Sebastopoli. Colpita una sede della marina russa

Il veto sul grano ucraino. Varsavia disposta a trattare ma a certe condizioni

Nagorno Karabakh, l'Onu invita le parti al dialogo, proteste in Armenia