EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Testimone, 17enne in Siria, la nostra casa ci è caduta addosso

Abbiamo indossato i nostro vestiti, il resto è tutto perso
Abbiamo indossato i nostro vestiti, il resto è tutto perso
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 08 FEB - Hoswi a 17 anni è un sopravvissuto. Viveva nel nord-ovest della Siria con la sua famiglia, quando la sua casa è andata distrutta. Ora indicando un cumulo di macerie dice: "Questa è la nostra casa che ci è caduta addosso. L'intero edificio ci è caduto addosso, ma grazie a Dio ne siamo usciti illesi" Lui e la sua famiglia, come molte altre nella zona, sono rimasti senza nulla e, in un video di Save The Children, racconta in quale situazione si trova. "Le nostre cose sono finite, la nostra acqua, il cibo, tutto è andato. E ora restiamo al campo. Abbiamo freddo senza vestiti, né cibo o bevande. Ieri nevicava e pioveva e tutta la famiglia era fuori al gelo. Non c'è riscaldamento, vestiti o altro, le nostre case sono sotto le macerie. La gente è morta sotto le macerie". Racconta quei terribili momenti: "Abbiamo sentito le case tremare. Quelli che sono riusciti a fuggire, sono fuggiti, gli altri sono morti. Siamo scappati solo con le nostre anime, tutto qui! I nostri effetti personali come il telefono e altre cose non potevano essere recuperati. Abbiamo indossato i nostri vestiti - mostra toccandosi il giubbetto- il resto è tutto perso". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Georgia: la presidente Zourabichvili pone il veto alla 'legge russa'

Nuova Caledonia: sesta vittima durante le proteste, perché Parigi accusa l'Azerbaijan

Maltempo in Europa: inondazioni in Germania, Scholz annulla comizio elettorale