EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Presidi, giusto differenziare stipendi ai prof

Rusconi, privati già in istituti. Cisl, stop autonomia a scuola
Rusconi, privati già in istituti. Cisl, stop autonomia a scuola
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 26 GEN - Aumentare gli stipendi al personale scolastico che vive al nord "è una misura abbastanza sensata": a dirlo all'ANSA, riprendendo le parole del ministro dell'Istruzione Giuseppe Valditara, è Mario Rusconi a capo dei presidi di Anp di Roma. Quanto all'ingresso dei privati nella scuola, "già questo avviene, soprattutto alle superiori e alle tecniche professionali. Bisogna vedere le condizioni in cui il privato entra, ma le scuole hanno bisogno di fondi, le risorse a disposizione degli enti locali non sono molte. E le scuole dovrebbero avere lo statuto di Fondazioni per avere celerità nello svolgimento dei lavori e risparmio nei costi". Sempre sul fronte scuola la Cisl, attraverso la segretaria Ivana Barbacci, entra nell'ambito del contratto di lavoro rispetto al progetto di autonomia differenziata: "Va fatto salvo il contratto nazionale ma già oggi le Regioni possono assegnare alle scuole risorse per il personale", afferma. "Noi - aggiunge - siamo drasticamente contrari all'autonomia differenziata: il contratto nazionale e il sistema di istruzione devono rimanere nazionali ma le Regioni, già oggi a normativa invariata, possono sostenere le scuole in particolari progetti, fornendo incentivi in termini di personale e di progetti a sostegno a dell'offerta formativa". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

India, al via la decima edizione dell'International Yoga Day

In Belgio le lavoratrici del sesso potranno avere un contratto di lavoro

La Corea del Sud convoca l'ambasciatore della Russia: "Negativo" il patto di difesa tra Putin e Kim