Calci e pugni a madre nonostante divieti e domiciliari,arrestata

Nel Napoletano giù da un dirupo. Padre aveva lanciato allarme
Nel Napoletano giù da un dirupo. Padre aveva lanciato allarme
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 03 GEN - Picchiata, più volte dalla figlia, nonostante i provvedimenti giudiziari emessi a carico della 26enne che da tempo ha problemi di tossicodipendenza. Prima la misura del divieto di avvicinamento alla parte offesa emessa dall'Autorità giudiziaria a metà novembre scorso, poi - il primo di gennaio - gli arresti domiciliari quale aggravamento della misura precedente. Ma la donna non si è arresa e ieri sera l'ennesima aggressione alla madre, ad Ischia. Sono stati i carabinieri della locale stazione ad intervenire in un bar di via Iasolino dove la donna, 50enne, era stata picchiata. Gli accertamenti dei militari hanno permesso di ricostruire l'intera vicenda: la donna era stata maltrattata e aggredita più volte dalla propria figlia 26enne tanto da denunciarla. I carabinieri di Ischia hanno trovato la 26enne in casa e l'hanno arrestata: la donna, dopo aver picchiato sua madre, era tornata nell'abitazione dove stava scontando la pena. Per la vittima, la diagnosi è di 10 giorni a causa dei pugni e dei calci subìti. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, il re di Giordania a Israele: "Non si continui la guerra durante il Ramadan"

Parigi: riapre la Torre Eiffel, accordo tra sindacati e direzione

Zelensky: "Dall'inizio della guerra morti 31mila soldati ucraini"