A Natale a Roma è sos rifiuti. Ama, potenziato servizio

'Usati più operatori di anni scorsi'.Opposizioni,crisi è perenne
'Usati più operatori di anni scorsi'.Opposizioni,crisi è perenne
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 27 DIC - Le case piene di regali appena scartati, i frigoriferi colmi dei piatti della festa avanzati dalle tavole imbandite. Per strada l'altra faccia della medaglia, con i cassonetti traboccanti, e tante, tante scatole di cartone lungo i marciapiedi. Il Santo Stefano della Capitale, e per certi versi pure il San Giovanni Evangelista del 27 dicembre, per parecchi romani ha avuto questo volto. Che subito, complici gli smartphone, è passato sui social e ha dato benzina all' opposizione, che ha parlato di "pattumiera a cielo aperto" ed "emergenza perenne". Ma Ama, l'azienda capitolina dei rifiuti, ha fatto sapere in serata che "le operazioni di pulizia e raccolta si stanno svolgendo regolarmente" e che anzi "l'ingente quantità di rifiuti prodotta come sempre durante la notte di Natale è stata nella quasi totalità raccolta entro la giornata di ieri", Santo Stefano. Il nodo, in ogni caso, sembra essere sempre il solito, annoso, del 'sistema Roma', e cioè l'impiantistica. Due giorni, dunque, tutti sulle spalle di un unico stabilimento, nonostante gli operatori siano stati impiegati a pieno regime e anzi "con uno sforzo supplementare rispetto agli anni precedenti": 1.700 a Natale e 2.100 il giorno dopo. Uno sforzo che però evidentemente non ha convinto l'opposizione: "Mentre il sindaco Gualtieri è intento ad organizzare concerti e festicciole varie - affermano i consiglieri di FdI Federico Rocca e Rachele Mussolini - in città rifiuti ovunque e raccolta inesistente. Una cartolina desolante che rischia di far inorridire gli ispettori di Expo 2030 attesi a breve. Il sindaco ha puntato tutto sul termovalorizzatore, che non vedrà la luce prima del 2026". Per Fabrizio Santori, capogruppo della Lega, "Ama registra l'ennesimo flop: a nulla sono serviti gli accordi per aumentare il personale nei festivi con bonus e premi di risultato. La vera vergogna è il fatto che Roma sui rifiuti è sempre in emergenza e che il suo ciclo di smaltimento dipende da fattori esterni". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: la Camera approva gli aiuti all'Ucraina per 61 miliardi di dollari

Gaza: Erdoğan incontra Ismail Haniyeh e il ministro degli Esteri egiziano a Istanbul

Migranti, i Paesi europei del Mediterraneo chiedono cooperazione e nuovi fondi