Strasburgo promuove Italia per gestione beni sequestrati

Consiglio d'Europa ha valutato 37 paesi
Consiglio d'Europa ha valutato 37 paesi
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - STRASBURGO, 13 DIC - L'Italia ha sistemi efficienti per gestire i beni sequestrati. Lo afferma l'organo del Consiglio d'Europa che valuta se gli Stati rispettano quanto stabilito nella convenzione sul riciclaggio, la ricerca, il sequestro e la confisca dei proventi di reato e sul finanziamento del terrorismo. Nel suo ultimo rapporto, che si basa sulla valutazione di 37 Stati, Strasburgo asserisce che l'Italia, assieme ad altri 9 paesi - Belgio, Croazia, Francia, Ungheria, Malta, Paesi Bassi, Romania, Spagna e Regno Unito - hanno istituito leggi e misure che permettono di "conservare e amministrare i beni e fondi sequestrati in modo che il loro valore non si deteriori con il tempo, mentre è in corso il processo che deve determinarne l'eventuale confisca". L'Italia, sottolinea il rapporto, è inoltre uno dei paesi che ha presentato "casi concreti di successo di gestione dei beni sequestrati". Questi casi comprendono la gestione di beni tangibili, come automobili e edifici, intangibili, come nel caso della proprietà intellettuale o dei beni virtuali, e società. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezia: parte il ticket da 5 euro, chi paga e chi no

Guerra in Ucraina: Kiev ha usato missili a lungo raggio Atacms degli Stati Uniti

Le notizie del giorno | 25 aprile - Mattino