Maltrattamenti e abusi agli anziani di casa famiglia, 2 arresti

Struttura perquisita dai Cc a Bagni di Lucca, aveva otto ospiti
Struttura perquisita dai Cc a Bagni di Lucca, aveva otto ospiti
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BAGNI DI LUCCA (LUCCA), 02 NOV - Maltrattamenti, circonvenzione di incapaci e violenza sessuale contro gli anziani ospiti di una struttura dedicata sono i reati per cui stamani i carabinieri di Castelnuovo Garfagnana hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere del gip di Lucca contro una coppia di 52enni, proprietari e gestori di una 'Casa famiglia per anziani autosufficienti o parzialmente disabili' situata a Bagni di Lucca. Nella struttura erano ospitate otto persone tra i 63 e gli 87 anni. Le gravissime condotte contestate agli indagati sono state ricostruite da indagini dei carabinieri coordinate dal pm Elena Leone. Le indagini, spiegano i carabinieri della compagnia di Castelnuovo Garfagnana, soon partite circa due mesi fa da racconti circolati nei paesi della valle del Serchio, confermati dai primi accertamenti. Emergevano, spiegano i carabinieri, gravi irregolarità ad opera dei gestori della struttura al punto che gli anziani ospiti sarebbero stati umiliati e sottoposti a violenze fisiche, verbali e a sfondo sessuale. Attività tecniche disposte dalla procura di Lucca hanno dato riscontri in tal senso e hanno consentito di ricostruire uno scenario fatto di vessazioni, minacce, insulti verbali, percosse, aggressioni fisiche ma anche abusi sessuali o approcci verbali spinti e gravemente allusivi. Le vittime erano prostrate, in un clima di costante terrore e mortificazione. Alcuni, in deficit psichico e neurologico, erano indotti a compiere o accettare disposizioni patrimoniali a favore degli indagati. I carabinieri hanno perquisito la struttura, che è un'abitazione a due piani all'ingresso di Bagni di Lucca sequestrando documenti e altro materiale. Tutti gli otto ospiti sono stati ricollocati altrove. I due arrestati, legati sentimentalmente ma non sposati, sono stati portati al carcere di Lucca e alla sezione femminile del carcere di Pisa. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mar Rosso, via libera del Parlamento alla missione navale Aspides: mandato strettamente difensivo

Fao, donne più penalizzate degli uomini dal cambiamento del clima

Libertà dei media: ecco la situazione in Europa